Primarie centrosinistra. Pd ai suoi elettori: “I parlamentari li scegliete voi”

Pubblicato il 12 Dicembre 2012 13:48 | Ultimo aggiornamento: 12 Dicembre 2012 13:56
primarie_centrosinistra_parlamentari

Primarie centrosinistra. Il Pd agli elettori: “I parlamentari li scegliete voi”

ROMA – Primarie  parlamentari centrosinistra. Gli elettori di centrosinistra potranno scegliersi i propri candidati alle elezioni politiche 2013. Il segretario del Pd Bersani si riserverà una quota di nomine del 10%. Per il resto la parola passa ai cittadini interessati alla proposta del centrosinistra. Il meccanismo delle primarie, già sperimentato con grande successo per la scelta del candidato leader, verrà replicato per la selezione dei parlamentari. In questo modo viene scongiurato il pericolo, almeno per una metà dell’elettorato, di un altro Parlamento di “nominati” invece che eletti, essendo il Porcellum (l’attuale legge elettorale) rimasto vivo e vegeto nonostante, a parole, tutti i partiti avessero promesso di archiviarlo una volta per tutte.

Primarie vuol dire, tra l’altro, che non ci saranno (a parte significative eccezioni) seggi sicuri per nessuno, né paracaduti di partito. Annunciate da Enrico Letta dopo la la riunione convocata con i segretari regionali del partito, le primarie si svolgeranno il 29 e 30 dicembre, in pieno periodo natalizio, se la data delle elezioni resta quella del 17 febbraio. Anche in questo caso, l’annuncio delle primarie spazza via le perplessità in ordine alla tempistica. Il “c’è troppo poco tempo per farle” poteva sembrare un altro modo per non intaccare lo status quo. Rispetto alle “parlamentarie” realizzate dal Movimento 5 Stelle, quelle della coalizione di centrosinistra non saranno online ma solo attraverso schede reali. Si pagano 2 euro, sono aperte anche ai non iscritti al Pd.