Primarie Genova, Renzi: "Perdere con stile? E' ancora più dura"

Pubblicato il 13 Febbraio 2012 21:26 | Ultimo aggiornamento: 13 Febbraio 2012 21:29

FIRENZE, 13 FEB – ''E' dura accettare di perdere, ma perdere con stile e' ancora piu' dura''. Lo ha detto il sindaco Pd di Firenze, Matteo Renzi, alla Zanzara su Radio 24, parlando del sindaco uscente Marta Vincenzi e delle primarie di Genova.

''Il problema – ha spiegato – e' il candidato a Genova. Queste elezioni primarie non le ha perse il Pd ma i candidati, la prossima volta bisogna mettere dei candidati piu' credibili. Il problema non e' il sistema delle primarie. Prima delle primarie decidevano in 25 il candidato sindaco, almeno adesso sono in 25 mila. Se non ti votano stai a casa, e' molto meglio che non fare le assemblee di partito''. ''Tweet della Vincenzi? Ragazzi, deve capire che ha perso. Bisogna avere il coraggio di dire che anche il Pdl deve fare le primarie''.

Genova: perche' e' un casino? gli hanno chiesto i conduttori. ''Quando si fanno le primarie – ha risposto Renzi – non e' che deve vincere uno per forza, non e' una votazione con i moduli prestampati. Nel momento in cui si accetta di fare una corsa e partecipa anche il sindaco uscente e non riesci a prendere un voto su tre dei votanti e' ovvio che non puoi piu' fare il sindaco. E' giusto che partecipino i sindaci uscenti. Le primarie sono fatte per evitare che la selezione della classe dirigente fosse in mano solo ai segretari di partito – e conclude – questo giochino ci piace''.