Primarie Pd, Bettini smentisce trattative con mozione Marino: “Non ambisco a incarichi”

Pubblicato il 17 Ottobre 2009 13:33 | Ultimo aggiornamento: 17 Ottobre 2009 13:33
RO160208POL_0070

Goffredo Bettini

In vista delle primarie del Pd, Goffredo Bettini smentisce di essere in trattativa con la corrente che appoggia Ignazio Marino. «Vorrei dire con tutta la forza possibile – afferma l’ex vicesindaco di Roma in un articolo pubblicato oggi su L’Unità – che la mozione Marino e il sottoscritto, non cercano, non vogliono, non fanno e non faranno alcuna trattativa. Noi abbiamo svolto una competizione senza risorse, senza apparati, senza l’aiuto dei media».

«La nostra sola forza sono stati i contenuti – ha ribadito Bettini – la loro chiarezza e la loro onestà. Oggi su di essi chiediamo il massimo del consenso. Se non dovessimo vincere, non daremo alcun voto a chi non assumerà i capisaldi del nostro progetto di rinnovamento. Sappiamo stare in minoranza».

«Io non ambisco ad incarichi, avendoli volontariamente lasciati: sia quelli istituzionali, che quelli di partito – ricorda l’esponente del Pd – Se altri, a dispetto dei programmi, hanno comunque deciso (dopo essersele date di santa ragione, fino alla demonizzazione personale reciproca) di fare un accordo e di spartirsi il potere in una gestione unitaria (invocata apertamente da Fassino), facciano pure. A noi non interessa».

«Ci preoccupa – conclude Bettini – solo questo tentativo di cambiare le regole in corsa e di indebolire la nostra voce. Ma gli elettori sono saggi e ci daranno un aiuto. Perché tanti, come noi, vogliono mantenere integro il Pd, ma non intendono ritornare ai compromessi oligarchici, per cui sempre gli stessi si scambiano i ruoli, di presidente, di segretario, di capogruppo, mentre le idee vanno in soffitta».