Primarie Pd, Enrico Morando:”Agli inquirenti l’elenco degli iscritti nelle zone a rischio”

Pubblicato il 20 Ottobre 2009 10:19 | Ultimo aggiornamento: 20 Ottobre 2009 10:19

Enrico Morando

Il commissario straordinario del Partito Democratico a Napoli Enrico Morando ha annunciato l’intenzione di fornire ai pubblici ministeri la lista degli iscritti al partito nelle zone a rischio di infiltrazione della criminalità organizzata.

«Credo – ha affermato il commissario in un’intervista al Corriere della Sera – che si debbano verificare le tessere in tutte le zone a rischio criminalità organizzata, portando agli inquirenti gli elenchi degli iscritti, rendendoli pubblici, dando loro la massima diffusione».

La proposta di  Morando nasce dalla necessità di far fronte al rischio di infiltrazioni della camorra nel partito. «Noi abbiamo fatto molto, ma dobbiamo fare di più, perchè, evidentemente, non è bastato. Presto azzereremo anche il tesseramento a Castellammare», ha aggiunto il commissario.

«Servono misure straordinarie di trasparenza. Mi chiedo se non sia necessario intervenire su tutta la provincia, chiedendo a tutti gli iscritti il rinnovo della tessera con il meccanismo del silenzio-dissenso. L’azzeramento – aggiunge – è una misura che dovrà essere confermata dal prossimo segretario provinciale, il 15novembre».

Per le primarie «abbiamo preso tutte le precauzioni e i presidenti sono stati scelti con criteri limpidi. Chiediamo anche alle forze dell’ordine di aiutarci a vigilare», dice Morando.

Nonostante l’impegno, il commissario è ancora preoccupato: «La certezza che non ci saranno brogli non la posso dare».