Profumo risponde alle Province: “Scuole apriranno, nessun rischio”

Pubblicato il 24 luglio 2012 14:13 | Ultimo aggiornamento: 24 luglio 2012 14:14
scuola

(Foto LaPresse)

MILANO – Non esiste nessun rischio di mancata apertura delle scuole causa tagli. Parola del  ministro dell’Istruzione Francesco Profumo che replica deciso all’allarme lanciato dall’Unione delle Province dopo i tagli.  Mercoledì Profumo incontrerà il presidente dell’Unione delle Province Giuseppe Castiglione. Un appuntamento che, ha sottolineato, ”era programmato”.

”Sicuramente – ha spiegato Profumo a margine di un convengo nella sede della Regione Lombardia a Milano – la sicurezza delle scuole è la priorità del Paese. Il Ministero ha avviato un processo complessivo per una serie di interventi immediati e uno più articolato perché ci sia un programma pluriennale, in modo che le scuole italiane possano avere un loro sviluppo in termini di sicurezza e qualità”. Insomma Profumo non crede che ci siano dei rischi per l’avvio dell’anno scolastico. ”Credo che il Paese – ha concluso – debba diventare un po’ più attento ai problemi entrando con competenza, sedendosi e trovando soluzioni”.