Province da abolire: Sì per Vercelli, Isernia, Fermo, Vibo Valentia. In forse Biella, Verbano-Cusio-Ossola e Crotone

Pubblicato il 8 Giugno 2010 17:34 | Ultimo aggiornamento: 8 Giugno 2010 17:52

Il ministro Giulio Tremonti

Ricomincia il ballo delle province da abolire e da mantenere in “vita”. Le province che – in base a quanto stabilito dagli emendamenti al ddl sulla Carta delle autonomie – dovrebbero essere abolite perché al di sotto dei 200 mila abitanti secondo i dati Istat relativi all’anno 2009 sono quattro: Vercelli (180.111 ab.) in Piemonte, Isernia (88.895 ab) in Molise, Fermo (176.488 ab) nelle Marche e Vibo Valentia (167.334 ab) in Calabria.

Altre tre province sono ancora in forse perché pur avendo meno di 200 mila abitanti potrebbero non rientrare in quanto al 50 per cento con territorio montano; si tratta della provincia di Biella e Verbano-Cusio-Ossola in Piemonte, e di Crotone in Calabria.