Libero: “Soldi anche ai culturisti, gli sprechi della Regione Puglia di Vendola”

Pubblicato il 20 settembre 2012 13:41 | Ultimo aggiornamento: 20 settembre 2012 13:44
Nichi Vendola

Nichi Vendola (LaPresse)

ROMA – Anche la gara dei “palestrati” di Valenzano ha ricevuto fondi dalla Regione Puglia nell’estate 2012. Il quotidiano Libero fa l’elenco dei contributi e degli assegni a fondo perduto concessi da Nichi Vendola per manifestazioni e sagre di paese in Puglia, contributi che definisce “sprechi“. Libero definisce l’estate come “periodo di pioggia generosa di contributi della Regione guidata da Vendola”.

Libero scrive:

“Certo, c’era la crisi. Eravamo in pieno caos dell’Ilva di Taranto. Ma in campo c’erano anche i campioni del muscolo locale, portati dall’Associazione sportiva dilettantistica Asd New generation. Per concorrere avevano bisogno di qualche incoraggiamento. Hanno bussato alle porte del palazzo e il buon cuore di Nichi Vendola non ha saputo proprio resistere. La Regione Puglia ha offerto il patrocinio alla manifestazione, che aveva provato a finanziarsi anche con la lotteria «new generation» (in palio una Dacia Duster, uno scooter e un viaggio per due non meglio specificato). Poi è arrivato pure l’assegnino a fondo perduto: 750 euro di incoraggiamento. Più di quei 500 euro che erano in palio per la «migliore routine maschile»”.

Non solo la gara di culturismo, ma l’elenco stilato da Libero a colpi di 500, 750 e 1000 euro di contributi è lungo:

“Il 5 luglio scorso sono stati erogati 3 mila euro all’Associazione «Attraverso lo spettacolo» a titolo di contributo per una mostra su «Riccardo Cucciolla, grande attore e doppiatore del cinema e del teatro italiano». Il nove agosto è stato staccato dall’amministrazione della Regione un assegno da 1.500 euro per l’Associazione di promozione sociale «Noicattaro nerazzurra» come contributo per l’organizzazione della rassegna «La lirica a Noicattaro»”.

E l’elenco continua:

“Mille euro sono andati all’Associazione Madonna dei miracoli di Andria per un concerto d’organo, altri mille euro all’Associazione nazionale finanzieri di Italia, 500 euro per una partita di pallavolo femminile a Mesagne, la cittadina resa nata dal tragico attentato alla scuola Morvillo-Falcone di Brindisi (le ragazze erano quasi tutte di lì). Altri mille euro alla Parrocchia Santa Maria Assunta e San Isidoro di Andria per la festa patronale, poi 500 euro alla associazione culturale nuova libertà per la festa del quartiere San Girolamo a Bari e 500 alla Associazione la Bussola di Muro Leccese per la rassegna «Ragionare d’amore- Poesie del ‘900». Settecentocinquanta euro sono stati dirottati a Bari come contributo regionale per la Settima sagra del pesce fritto, mille euro a Gravina in Puglia per il corteo storico della 718° Fiera di San Giorgio, mille euro a Nociglia per la sesta edizione della sagra de lu Noce, mille euro ancora a Turi per la sagra della Percoca, e 500 a Specchia Gallone per la 22° edizione della Sagra della Friseddhra”.

L’estate in Puglia è una stagione importante, scrive Libero, e la Regione è sempre pronta a finanziare le iniziative culturali e l’elenco del quotidiano termina con il fondo di 500 euro all’Associazione consiglieri regionali:

“Titolo di contributo per il pagamento delle spese di un seminario sul tema «dalla crisi economico e finanziaria alla crisi della politica». Sono serviti per pagare le locandine dell’evento, la notte in albergo per Gerardo Bianco, illustre ospite e una cena con lui al «sorso preferito»: antipasto, primo e secondo di pesce”.