Quote latte, le multe “vanno pagate”: la Camera stoppa le proroghe

Pubblicato il 29 Febbraio 2012 20:07 | Ultimo aggiornamento: 29 Febbraio 2012 20:10

ROMA – Le multe per le quote latte vanno pagate in base alle leggi vigenti. A confermarlo è la risoluzione approvata questa mattina dalla commissione Agricoltura della Camera a larga maggioranza, con l'esclusione della Lega Nord che al momento della votazione ha abbandonato i lavori e dell'Idv che si è astenuta.

"Se al governo serviva una posizione chiara, noi come Parlamento gliel'abbiamo fornita", ha detto il presidente della commissione Paolo Russo (Pdl) ricordando che fino ad oggi il conto è stato di 3 miliardi, risorse sottratte a tutti gli agricoltori italiani. Una risoluzione che, secondo Russo, mette al bando le furbizie, perché "non ci può essere lo stupido che ha pagato e il furbo che non solo non ha pagato, ma pretende anche di essere applaudito".

Un atto della Commissione che il ministro delle Politiche agricole, ha prontamente condiviso. "La posizione del Parlamento è la posizione del governo", ha detto Mario Catania, tenendo a precisare che il governo "non ha mai avuto dubbi sulla necessità di applicare correttamente e doverosamente la normativa comunitaria e tanto meno sull'impossibilità di qualsiasi condono, sanatoria, totale o parziale".

Ma la Lega Nord non ci sta. I due deputati leghisti Sebastiano Fogliato e Corrado Callegari parlano di "sceneggiata, il cui unico obiettivo è la contrapposizione politica", sottolineando, a questo poposito, come la commissione fosse gremita di colleghi completamente estranei alla vicenda. "Il Nord produce il latte – ironizza Fogliato – mentre il Sud le quote latte; ognuno ha i suoi primati".

Plaudono invece alla risoluzione le organizzazioni agricole. Se per la Coldiretti non c'è più alcuna motivazione per un'ulteriore proroga del pagamento delle multe, la Cia auspica che si arrivi finalmente alla conclusione della vicenda, mentre Confagri vede oggi la fine della stagione degli alibi.