Radio Padania, sondaggio boomerang: plebiscito per Monti. Poi sparisce

Pubblicato il 28 Gennaio 2012 8:19 | Ultimo aggiornamento: 28 Gennaio 2012 8:19

MILANO – Il sondaggio, nelle intenzioni dei leghisti di Radio Padania, avrebbe dovuto essere uno “schiaffone” a Mario Monti. Invece, dopo pochi minuti è diventato un boomerang, al punto che dal sito dell’emittente vicina alla Lega Nord è stato prontamente rimosso.

Scrive Biagio Simonetta sul Corriere della Sera che la radio leghista aveva chiesto ai suoi ascoltatori un parere sui primi mesi di azione del governo Monti. Facile, fin troppo facile, attendersi una stroncatura da una basa che veniva immaginata “arrabbiata” con quello che Umberto Bossi ha più volte definito il “governo delle banche”.

Non è andata così. Dopo qualche ora, infatti, circa l’80% dei votanti aveva espresso su Monti un giudizio favorevole. E su poco meno di 6 mila votanti, il 71% si è addirittura detto “molto soddisfatto”. Solo il 3% aveva espresso “delusione” mentre il 12% si è detto “arrabbiato”.

Numeri, evidentemente, poco in sintonia con gli umori  dei vertici leghisti. Così, scrive il Corriere, dopo qualche ora il sondaggio con relativi risultati è stato rimosso dal sito.