Reddito di cittadinanza, Di Maio: “Avanzeranno centinaia di milioni, li daremo alle famiglie”

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 13 aprile 2019 13:50 | Ultimo aggiornamento: 13 aprile 2019 13:50
Reddito di cittadinanza, Luigi Di Maio: "Avanzeranno centinaia di milioni, li daremo alle famiglie"

Reddito di cittadinanza, Di Maio: “Avanzeranno centinaia di milioni, li daremo alle famiglie” (foto d’archivio Ansa)

ROMA – La previsione ottimistica di Luigi Di Maio: “Dal reddito di cittadinanza avanzeranno centinaia di milioni”. Cioè centinaia di milioni dal totale dei soldi previsti per la misura simbolo di M5s. La promessa di Di Maio: “I soldi avanzati andranno alle famiglie che fanno figli”. E aggiunge: “Sul modello francese”. Ma come, la Francia non era il nemico che faceva la morale sui migranti e poi usava il Franco Coloniale in Africa?

Fatto sta che il vicepremier sembra certo di quello che dice: “Sicuramente avanzerà qualche centinaio di milioni di euro dal reddito di cittadinanza perché non arriveremo mai al 100% delle richieste. Questi soldi verranno messi nel progetto per gli aiuti alle famiglie che fanno figli, sul modello francese”. 

“L’andamento degli aiuti alle famiglie in Italia, dopo i 20 mila euro annui e fino a 50 mila – dice di Maio – crolla, mentre il grafico degli aiuti negli altri Paesi ha un andamento lineare. In un momento di difficoltà economica a livello europeo, e oserei dire mondiale – sostiene – quello che dobbiamo fare è mettere in sicurezza il ceto medio, quelle famiglie che già nella crisi del 2008 sono andate man mano scivolando verso la povertà e dobbiamo continuare a proteggerlo anche perché deve aiutarci in un’altra crescita quella demografica che è probabilmente più importante anche di quella economica”.

Abbassare le tasse al ceto medio.

“Ho detto chiaramente che la Flat Tax è nel contratto di governo. E io sono uno dei garanti di questo contratto, ma non si può fare per i ricchi”. Così il vicepremier Di Maio, a Torino per presentare la casa delle tecnologie emergenti, un incubatore di startup e imprese che avrà sede proprio nel capoluogo piemontese. “Se vogliamo aiutare il ceto medio, che è quello da mettere in sicurezza in questo momento storico, facciamolo, abbassiamo le tasse, ma facciamolo per il ceto medio”.

Iva? Nessun aumento.

“Non ci sarà alcun aumento dell’Iva”. Così Di Maio sempre a Torino. (Fonte Ansa).