Referendum spid, cannabis e eutanasia firme fast. Più giustizia e caccia fanno sei!

di Alessandro Camilli
Pubblicato il 15 Settembre 2021 8:50 | Ultimo aggiornamento: 15 Settembre 2021 14:55
Referendum speed, cannabis e eutanasia firme fast. Più giustizia e caccia fanno sei!

Referendum speed, cannabis e eutanasia firme fast. Più giustizia e caccia fanno sei! FOTO ANSA

Referendum: raccogliere le firme è diventato un gioco da…tastiera. Lo spid si sta rivelando, anzi si è già rivelato un grande alleato, anzi il grande acceleratore della raccolta firme. Per chiedere che un referendum sia indetto (poi ci vuole il giudizio di merito sul quesito) occorrono cinquecentomila firme (in realtà qualcosa in più perché va scontato che qualche firma non venga accettata perché per vari motivi irregolare).

Mezzo milione di firme non era traguardo impossibile, però faticoso sì e non garantito quando le firme si raccoglievano manualmente ai tavolini dei promotori. Ora la raccolta firma è diventata fast, molto fast. Si fa per via telematica. In più, 500 mila era quota assoluta fissata quando la popolazione italiana era di molto inferiore ai 60 milioni attuali. Quindi di fatto la percentuale sulla popolazione di firme raccolte per chiedere un referendum è calata. E ora, con la raccolta per via telematica, la strada per chiedere un referendum è in discesa. Anche troppo in discesa.

Cannabis, piovono firme

In tre giorni trecentotrentamila firme pro referendum per la depenalizzazione (a certe condizioni) dell’uso della cannabis. Qualcosa del genere, appena su scala minore, nella raccolta firme per depenalizzare l’assistenza (anche qui a certe condizioni) al suicidio volontario e consapevole. Insomma il referendum sulla cosiddetta eutanasia.

I referendum di Salvini

E per nulla male o lenta la raccolta firme pro referendum sulla giustizia (in realtà sui magistrati) di cui sponsor principale è Salvini (con i radicali). E ancora, in sala firme referendum sulla caccia.

Inflazione da referendum

Il conto di quelli sotto raccolta firme arriva a sei referendum. Sei referendum che potrebbero in meno di un anno arrivare nei seggi elettorali. Sei referendum per i quali gli elettori potrebbero essere chiamati ad un Sì o un No. Inflazione da referendum. Cause: incapacità del Parlamento ad uscire dalla paralisi legislativa (droghe leggere e fine vita attendono nuova legislazione da decenni). Gran voglia di affrontare questione complesse tagliandole con l’accetta. Risultato: referendum spid, referendum tanto veloci da rischiare di uscire di strada.