Regionali: Bruno Vespa, “Il black out ha penalizzato soprattutto il Pdl”

Pubblicato il 30 Marzo 2010 11:59 | Ultimo aggiornamento: 30 Marzo 2010 11:59

Il black out dei talk show politici sulla Rai ha penalizzato maggiormente il centrodestra. Lo ha affermato il conduttore di Porta a Porta, Bruno Vespa, che in un’intervista al Corriere della Sera ha spiegato la sua tesi: «se il premier, come dice lui, presiede il “governo del fare”, aveva l’interesse a dimostrarlo illustrando il programma del prossimo triennio. Nel 2001 il suo contratto con gli italiani firmato a Porta a Porta si rivelò vincente e nel 2006 all’ultimo minuto dell’ultimo confronto con Prodi promise il taglio dell’Ici».

«Nessuna nefandezza di Santoro contro Berlusconi avrebbe potuto compromettere quel che sarebbe avvenuto nelle altre trasmissioni – ha aggiunto – stavolta anzi avrebbe scosso proprio molti di quegli elettori di centrodestra che si sono astenuti».

Vespa  ha anche affermato di aver “sofferto” durante il periodo di sospensione della sua e delle altre trasmissioni a contenuto politico in Rai, ma questo episodio non è stato a suo avviso la sola ragione dell’astensionismo. «Senza talk show – ha spiegato – si sono drasticamente ridotti gli spazi per capire quel che stava accadendo», ma comunque «la politica negli ultimi tempi non ha dato una magnifica immagine di sé».