Regionali, allarme Chiamparino: “Pd sta perdendo la leadership”

Pubblicato il 22 Gennaio 2010 9:24 | Ultimo aggiornamento: 22 Gennaio 2010 9:24

Il Pd si è messo in una situazione «rischiosa» che si è creata «con la partita delle candidature» e rischia di “delegare” la propria leadership all’esterno del partito. Lo afferma il sindaco di Torino Sergio Chiamparino in un’intervista a Repubblica.

Chiamparino spiega di vedere troppa «incertezza» nella strategia del Partito democratico. Va bene cercare intese per le elezioni regionali, ma «non si può “esternalizzare” la leadership del Pd».

Chiamparino è critico sul caso Puglia, «la gente non capisce le alchimie politiche», spiega, se c’era una ragione per dire no a Vendola avrebbe dovuto essere «perchè non ha governato bene, non perchè è sgradito all’Udc».

La stessa motivazione sta alla base della sua mancata candidatura per la poltrona di presidente della Regione Piemonte: «Si sarebbe dato il segnale che la Bresso non ha governato bene. Segnale sbagliato».

Il sindaco di Torino affronta poi il tema della giustizia e spiega che il ritorno all’immunità «non è in sintonia con il sentire della gente» e definisce il processo breve a rischio di essere «un’amnistia strisciante»: basterebbe escludere i processi in corso, dice, per evitare che sia una legge “ad personam”. Nessun dubbio sulla Tav: è «una scelta strategica per il futuro dell’Italia».