Regionali: quanti ex della sinistra nella lista Polverini

di Alessandro Avico
Pubblicato il 12 Marzo 2010 16:08 | Ultimo aggiornamento: 17 Luglio 2011 12:17

E’ al centro dello scandalo liste nella Regione Lazio tra ricorsi e decreti, ma chi sono i componenti della squadra capitanata da Renata Polverini? Il Giornale fornisce un dettagliato curriculum dei ben 12 componenti della lista di Renata Polverini, spiegando che alcuni di questi 12 componenti hanno un passato o delle radici di sinistra.

Numero 3 del listino è Pamela Villoresi, attrice della scuola di Strehler all’esordio in politica, ma convinta abortista e sostenitrice della legge 194.

Un altro è Gianfranco Bafundi di 57 anni e di formazione democristiana. Nella seconda metà degli anni Novanta entrò in Forza Italia, diventandone vicecoordinatore per il Lazio e facendosi eleggere al Consiglio provinciale, fu anche assessore al Bilancio. Nel 2005 fu poi eletto consigliere regionale dell’Udc. Poi l’anno dopo passa all’Udeur e infine direttamente al gruppo Pd-L’Ulivo. Come tale è tuttora accreditato nel sito della Regione Lazio.

Un altro è Alessandro Battilocchio 32 anni. Dapprima assessore Sdi nel suo paesino, Tolfa, poi sindaco nel centrosinistra nel 2001, quindi giovanissimo europarlamentare con il Nuovo Psi nel 2004, infine “trombato” nel tentativo di tornare a Bruxelles nelle fila di Sinistra e Libertà nel 2009. E ora approdato in questa ciurma di avventurieri che fa capo alla sindacalista dell’Ugl.

C’è anche Gilberto Casciani, 54 anni, eletto nel 2008 consigliere comunale come capolista dell’Italia dei Valori, poi trasferito nel gruppo Amore per Roma a sostegno di Gianni Alemanno.

Gangemi Valeria Giuseppa di anni 42, nel 2004 si candidò invece alle elezioni europee nella lista Uniti nell’Ulivo che aveva tra i suoi candidati Lilli Gruber e l’attuale presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti.

Poi c’è Paola Guerci di anni 41 e con un passato da assessore nella giunta provinciale di centrodestra guidata da Silvano Moffa ma anche un più recente “flirt” con Walter Veltroni, per la cui lista civica si candidò nel 2006 al Comune. Fu ricompensata per il suo impegno con la presidenza dell’Ipab Santa Maria in Aquiro. Nel 2008 si presentò in Campidoglio direttamente con il Pd ma l’inopinata sconfitta del centrosinistra le l’incarico. Miele Angelo, di anni 62, è invece già sindaco di Valmontone nonché consigliere provinciale eletto nelle fila dello Sdi.