Regionali Lazio. Berlusconi: “Ora si vedranno i fuochi d’artificio”

Pubblicato il 9 Marzo 2010 18:37 | Ultimo aggiornamento: 9 Marzo 2010 18:43

La parola deve tornare alla politica e, a prescindere dalle decisioni dei vari tribunali, è arrivato il momento di pensare al voto. Quello che conta è che ora tutti si concentrino sulla campagna elettorale. In sintesi è questa la conclusione a cui Silvio Berlusconi è giunto al termine dell’incontro a Palazzo Grazioli con Renata Polverini e i dirigenti laziali e nazionali del Pdl.

«Ora vedrete dei bei fuochi d’artificio» ha riferito un dirigente del partito al termine dell’incontro. Per quanto riguarda la decisione se ricorrere o meno al Consiglio di Stato in caso di non ammissione della lista presentata ieri dal Pdl, cosa che al momento appare abbastanza probabile, questa viene lasciata ai legali del partito.

Al di là della battaglia legale,  il Cavaliere, assicurano fonti del Pdl, intende spiegare agli elettori quanto avvenuto, ribadendo quel che già ha argomentato nel corso dell’ufficio di presidenza del partito la scorsa settimana: e cioè che l’iniziale esclusione della lista di Roma è dovuta all’eccessivo fiscalismo di alcuni magistrati.

A questo scopo si starebbe valutando anche l’ipotesi di una conferenza stampa di Berlusconi, in cui il premier potrebbe spiegare agli elettori quanto avvenuto. Sembra dunque confermata la linea della ‘difesa’ del partito a tutti i livelli e dell’attacco a chi ha tentato di escludere milioni di elettori dal voto.