Regionali Lazio, Picozza: “Risanare deficit delle liste d’attesa e pronto soccorsi”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 febbraio 2018 10:02 | Ultimo aggiornamento: 22 febbraio 2018 10:02
Regionali Lazio, Picozza: "Risanare deficit delle liste d'attesa e pronto soccorsi"

Carlo Picozza

ROMA – “Per la prima volta dopo un decennio di lacrime e sangue chi governerà il Lazio troverà un deficit della sanità ridotto a 136 milioni, cioè sotto la soglia del 5 % del Fondo Sanitario Regionale, che è di 10 miliardi e quattrocento milioni. Era 740 milioni quando è arrivato Zingaretti“. Lo sottolinea il capolista della Civica Zingaretti Presidente Carlo Picozza.

Ai microfoni di Tele Roma 56 il giornalista, che a Repubblica si è occupato per anni di cronache legate alla sanità, specifica: “Il deficit che è stato abbattuto è quello contabile, ma ne rimangono altri da risanare: quello delle liste d’attesa e dei pronto soccorsi. Oggi tutte le condizioni per affrontare al meglio la situazione”.

“Il contributo che io voglio portare al settore della sanità è quello di rimettere al centro la persona, di varare un nuovo umanesimo nei confronti di tanti assistiti che, complici i tagli dei posti letto e quelli del personale, spesso non sono trattate come vere persone- ricorda Picozza – A queste ultime bisogna ridare dignità, che è la prima medicina. Questa è la prima rivoluzione, a costo zero, che però bisogna fare altrimenti il rischio è che ci sia la rottura del patto non scritto tra pazienti e operatori della sanità”.

Carlo Picozza è stato recentemente eletto consigliere dell’Ordine dei giornalisti del Lazio. E’ inoltre tra i fondatori di Nobavaglio PRESS, rete di giornalisti che si batte per il diritto dei cittadini a essere informati correttamente. “A colpi di Picozza” è lo slogan personale del giornalista per la sua campagna elettorale. Perché questa scelta? “Per abbattere le ingiustizie e la burocrazia che si frappone tra i cittadini e la pubblica amministrazione” ha spiegato il candidato a Blitz Quotidiano.