Regionali Lazio, Carlo Picozza: “Con Zingaretti per abbattere le ingiustizie, come ho sempre fatto”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 febbraio 2018 8:57 | Ultimo aggiornamento: 12 febbraio 2018 8:57

ROMA – “Io ci sono, per me vuole dire che resterò me stesso, anche una volta eletto“. Carlo Picozza, capolista della Civica Zingaretti Presidente alle regionali del 4 marzo nel Lazio, commenta così lo slogan scelto per la campagna elettorale a sostegno del governatore uscente.

A colpi di Picozza” è invece lo slogan personale del giornalista. Perché questa scelta? “Per abbattere le ingiustizie e la burocrazia che si frappone tra i cittadini e la pubblica amministrazione” spiega il candidato a Blitz Quotidiano.

“Se un giornalista ha fatto bene il suo lavoro – precisa Picozza – lo sforzo è solo quello di continuare a stare dalla parte degli ultimi, per portarli a vivere dignitosamente. La mia propensione ad aiutare è sempre la stessa. Cambiano i vestiti, cambiano i ruoli, ma quello che uno è resta”.

Carlo Picozza ha più volte ribadito in queste ultime settimane di avere particolarmente a cuore il tema della sanità, di cui si è occupato per anni a Repubblica.

“E’ necessario fare in modo che curando le persone la loro dignità cresca – ha sottolineato il capolista della Civica Zingaretti per il collegio di Roma– E’ una parte fondamentale della guarigione. Il paziente deve capire che è in buone mani, con il personale deve esserci un patto. Io non ho una ricetta, ma un’indignazione profonda. A conti quasi risanati, c’è bisogno di un nuovo umanismo“.

Carlo Picozza è stato recentemente eletto consigliere dell’Ordine dei giornalisti del Lazio. E’ inoltre tra i fondatori di Nobavaglio PRESS, rete di giornalisti che si batte per il diritto dei cittadini a essere informati.

Regionali Lazio. Picozza, da giornalista a capolista della Civica Zingaretti: "Resterò me stesso"

Carlo Picozza, capolista della Civica Zingaretti