Regionali Lazio. Tar dice no alla lista del Pdl

Pubblicato il 8 Marzo 2010 19:34 | Ultimo aggiornamento: 8 Marzo 2010 20:08

Il Tar del Lazio ha detto no alla lista del Pdl e per la candidata del centrodestra, Renata Polverini, è l’ennesimo stop. Dopo la pronuncia di quello lombardo, il Tribunale amministrativo del Lazio ha deciso di non concedere la sospensiva della sentenza con cui la Corte d’Appello ha respinto la lista del Pdl per Roma e Provincia, non presentata all’ufficio elettorale per un ritardo di 45 minuti.

Il ricorso, in sostanza, non è stato dunque respinto ma, allo stesso tempo, le toghe hanno deciso di non riammettere in via cautelativa la lista. La lista potrebbe comunque essere ammessa grazie al nuovo iter avviato presso l’ufficio elettorale del Tribunale, al quale è stata consegnata ex novo la documentazione.

I giudici hanno fissato al 6 maggio prossimo la discussione di merito sul ricorso del Pdl, spiegando che l’eventuale rinvio alla Corte costituzionale sulla legittimità del decreto cosiddetto “salva-liste”, sarà deciso in quella sede.

Il Tar del Lazio si è quindi anche espresso sul decreto legge “salva-liste”, che secondo i giudici non «può trovare applicazione perché la Regione Lazio ha dettato proprie disposizioni in tema elettorale esercitando le competenze date dalla Costituzione. A seguito dell’esercizio della potestà legislativa regionale la potestà statale non può trovare applicazione nel presente giudizio», concludono i giudici.

Sulla decisione questa mattina pesavano due macigni: il primo è la diffida presentata dal Pd alla commissione competente del Tar «perché non è applicabile alla Regione Lazio il decreto salva-liste del governo»; il secondo il ricorso della Regione Lazio alla consulta contro lo stesso decreto.

Contemporaneamente i rappresentanti del Pdl hanno portato al Tribunale di Roma, sezione elettorale, una nuova richiesta di ammissione della lista che poggerebbe sulla riapertura dei termini resa possibile dal decreto salvaliste del governo: i faldoni con le firme di sostegno alla lista sono a piazzale Clodio.