Regionali Lombardia, Alba Dorata Italia presenta una sua lista

Pubblicato il 28 Novembre 2012 8:52 | Ultimo aggiornamento: 28 Novembre 2012 9:24

Alba Dorata Italia si candida alle regionali di aprile in Lombardia

MILANO – Nasce Alba Dorata Italia e presenta una lista alle elezioni regionali in Lombardia. Il modello, va da sé, è quello del partito di estrema destra, xenofobo e antisemita, che ha sbaragliato le elezioni in Grecia aggiudicandosi 18 seggi parlamentari. Ad annunciare lo sbarco in Lombardia alle regionali di aprile è Alessandro Gardossi, segretario nazionale del movimento dopo un passato nell’estremismo fra Lega Nord e Forza Nuova.

Dopo avere aperto sedi in cinque città lombarde (Milano, Lodi, Varese, Brescia, Mantova) adesso Alba Dorata Italia punta diritto al Pirellone. Paolo Berizi sul quotidiano la Repubblica ci informa che sono in tre a contendersi la maglia di candidato governatore:

Il segretario regionale, Daniele Granata, 41 anni, di Varese, operatore nella comunicazione; il segretario milanese, Giorgio Borghesi, 51 anni, titolare di un’agenzia di viaggi, e Antonio De Domenico, 45 anni, di Brescia, autista ed ex sindacalista autonomo.

Anche loro faranno le primarie. L’ispirazione sottesa al movimento dei “dorati” italiani è lo stato sociale di Benito Mussolini, per la politica economica il modello è quello di Adolf Hitler, poi l’antisionismo e la “dittatura dell’intelligenza”.

Il programma consta i cinque punti. Primo, federalismo spinto “non come quello finto e fallito della Lega”. Secondo, la Lombardia come il Kosovo si autoproclamerà indipendente amministrata dall’Onu. L’obiettivo è creare un “Cantone Lombardia“, dotato di una nuova moneta, virtuale, analoga ai circuiti monetari chiusi come il Sardex. E poi l’antimafia: “In Lombardia, a parte le inchieste giudiziarie, nessuno ne parla più. Libereremo la Lombardia da questo cancro”. Infine, la lotta contro il potere delle banche e dei sindacati “che danneggiano sia i lavoratori sia gli imprenditori onesti”. Una nota a parte merita il progetto della “mutua per gli animali”.