Regionali, Radio Maria fa il verso alle sconfitte: “Bonino, Bresso, il cattolico non è fesso”

Pubblicato il 30 Marzo 2010 19:43 | Ultimo aggiornamento: 30 Marzo 2010 19:43

«Bonino, Bresso, il cattolico non è fesso». Con questa battuta padre Livio Fanzaga, direttore e popolare conduttore di Radio Maria, ha commentato i risultati delle elezioni regionali e la sconfitta delle due candidate del centrosinistra, Mercedes Bresso in Piemonte e Emma Bonino nel Lazio. Le due candidate si erano schierate a favore dell’aborto legalizzato e dell’introduzione in Italia della pillola Ru486.

Radio Maria, emittente cattolica fondata nel 1983 in provincia di Como, ha uno share di ascoltatori in Italia che va da un milione e mezzo a quattro milioni di persone. La sua programmazione è dedicata sopratutto a preghiere e ad appuntamenti religiosi; tuttavia ci sono anche momenti di intrattenimento e informazione, tra cui l’apprezzatissimo “Caffeino mattutino” di padre Livio.

Commentando l’affermazione del centrodestra alle elezioni regionali e il successo personale del premier Silvio Berlusconi, nonostante gli scandali e le inchieste che lo hanno coinvolto negli ultimi mesi, padre Livio Fanzaga ha evidenziato che «la gente è convinta che con le chiacchiere non si governa» e che «le alternative la gente le sceglie quando si vedono, ma non quando non si vedono».

Al Pdl di Berlusconi infatti, ha aggiunto, «non c’è alternativa credibile, fattiva, c’è l’armata Brancaleone delle chiacchiere» mentre, ha osservato, «la gente vuole i fatti, vuole strade pulite, vuole il lavoro».

E ancora, riferendosi al Pd, padre Livio, ha affermato che «la politica degli scandali, degli insulti e delle calunnie non è apprezzata». «È ora di parlare dei problemi reali – ha rilevato – questa è la strada da percorrere ma è come parlare al vento».