Regionali Veneto, Zaia il “no global”: “La sinistra voterà per me”

Pubblicato il 7 Febbraio 2010 10:42 | Ultimo aggiornamento: 7 Febbraio 2010 10:42

Luca Zaia è convinto che alle regionali in Veneto buona parte del “popolo della sinistra” voterà per lui. «Molti della sinistra mi voteranno, come mi hanno votato in passato», afferma il ministro leghista delle Politiche agricole in un’intervista a Libero.

Zaia aggiunge che ha ragione chi sostiene che i leghisti sono i veri no global e rilancia la sua posizione sugli ogm: «È suicida perl’Italia la posizione del Pdl favorevole agli ogm – afferma -. Il tempo mi darà ragione». Il titolare dell’Agricoltura afferma inoltre di apprezzare l’idea del permesso di soggiorno a punti «perchè – spiega – sono per la semplificazione».

Tuttavia, aggiunge, «continuiamo a ritenere la clandestinità un reato che va punito con fermezza, perchè è ora che questo stato si dia una dignità». Zaia annuncia anche che in Veneto si prenderanno le impronte digitali agli extracomunitari. «Non ci trovo nulla di scandaloso», commenta.

Il ministro parla inoltre del rapporto tra il premier Silvio Berlusconi e il leader della Lega, Umberto Bossi. Tra di loro, osserva, «in questo momento c’è una grande intesa, e questo rapporto s’è tradotto nella candidatura di Renato Brunetta come sindaco di Venezia che io sostengo. Anzi – aggiunge – se posso gli do anche una mano in campagna elettorale».