Regione Lazio, “crociata” anti Facebook: “paletti” a internet, i dipendenti si distraggono

Pubblicato il 15 Ottobre 2010 10:57 | Ultimo aggiornamento: 15 Ottobre 2010 10:57

Il governatore del Lazio Renata Polverini

La Regione Lazio intraprendere la “crociata anti Facebook” nei confronti dei propri dipendenti: secondo un’indagine interna sull’uso internet di dipendenti e dirigenti, si è scoperto che il 70% del traffico è concentrato sul famoso social network. Il segretario generale Salvatore Ronghi ha pertanto inviato due circolari che limiteranno l’uso del web durante l’orario d’ufficio.

In pratica sarà inibito il collegamento a Facebook e a tutti quei siti che non sono “utili per il lavoro quotidiano”. Oltre a Facebook, gli altri  siti “sotto accusa” sono Messenger (servizio di messaggistica istantanea di Microsoft) e Youtube, la piattaforma di condivisione video. Su questi portali si concentra un buon 20% del traffico.

Dallo staff della governatrice, Renata Polverini, hanno fatto sapere che non c’è alcun intento punitivo, ma una semplice volontà di utilizzare al meglio le risorse.