Regione Lazio, ordinaria amministrazione della Polverini: soldi e licenze edilizie

Pubblicato il 22 Novembre 2012 11:57 | Ultimo aggiornamento: 22 Novembre 2012 14:20
Ordinaria amministrazione della Polverini: soldi e licenze edilizie

Ordinaria amministrazione della Polverini: soldi e licenze edilizie

ROMA – Licenze edilizie, fondi ad associazioni culturali e sportive… E’ l’ordinaria amministrazione della dimissionaria Renata Polverini, in carica alla Regione Lazio solo formalmente per sbrigare appunto “l’ordinaria amministrazione”. Eppure la giunta ha approvato una serie di delibere anche dopo le dimissioni della Polverini. E’ giusto, si chiede Sergio Rizzo sul Corriere della Sera, visto che il peso ricadrà sulla nuova amministrazione del Lazio?

Le “iniziative” vanno dall’ambito della sanità alla cultura. Sono stati stanziati 5 milioni per l’ospedale Bambin Gesù, oppure fondi per le nuove attrezzature delle Asl in tutta la regione. Previsti anche tre nuovi asili nido a Roma con strutture prefabbricate dal costo di 5 milioni di euro.A Frosinone si costruirà un nuovo teatro per 18 milioni di euro per il 2012 e 2014. Ci sarà anche un prestigioso riconoscimento a Latina per la strada del vino. Una pioggia di fondi il cui peso ricadrà inevitabilmente sulla nuova giunta.

Non mancheranno poi polemiche per una serie di ricapitalizzazioni, dalla Cotral alle Autostrade Lazio, con in ballo rispettivamente 27,7 milioni e 375mila euro.

Ossigeno per le aziende, un altro peso per le casse del Lazio. Soldi spesi che in effetti hanno poco a che fare con l’emergenza che dovrebbe caratterizzare tutte le delibere di una giunta dimissionaria.