Lazio, il Fatto: “La Polverini fa lavorare tutti i suoi amici dell’Ugl”

Pubblicato il 5 Ottobre 2011 11:33 | Ultimo aggiornamento: 5 Ottobre 2011 13:07

ROMA – La giunta della Regione Lazio ha approvato una delibera per un contratto di collaborazione con una retribuzione annua pari a 122.298,67 euro. Ma come racconta Il Fatto Quotidiano, ci sarebbero dei favori e delle retribuzioni, fatte da “amici di amici per amici di amici”. Stando a quanto riportato dal giornale, che non è la prima volta che si “accanisce” contro Renata Polverini, la governatrice del Lazio, “ha aperto una succursale dell’Unione Generale del Lavoro, per i suoi vecchi amici del sindacato”.

Come spiega ancora il giornale, l’assunzione riguarda Gabriella Peluso, componente della segreteria regionale campana Ugl e responsabile dell’Ufficio dei rapporti con la stampa del Consiglio regionale campano, di cui è stato vicepresidente Salvatore Ronghi, suo compagno e ora segretario generale della Regione Lazio.

Ronghi, ex sindacalista Ugl con delega al mezzogiorno, aveva già intascato dalla ex segretario dell’Ugl e neopresidente Polverini, nel giugno del 2010, un contratto da 189.960,94 euro all’anno, solo qualche giorno prima che fosse autorizzata anche l’assunzione, presso il suo ufficio, di Federica Gagliardi, la “dama bianca” che aveva accompagnato Berlusconi al summit dei leader mondiali in Canada.

La consigliera Giulia Rodano (Idv) chiede “l’immediato ritiro della delibera”. Stando a quanto approvato, la Peluso, per il suo delicato compito deve “aver conseguito una particolare specializzazione professionale desunta anche da concrete esperienze di lavoro”.