Regione Piemonte: botte e insulti in consiglio per il caos rimborsi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Novembre 2013 14:22 | Ultimo aggiornamento: 26 Novembre 2013 15:39
Regione Piemonte: botte e insulti in consiglio per il caos rimborsi

Regione Piemonte: botte e insulti in consiglio per il caos rimborsi (Foto LaPresse)

TORINO – Prima gli insulti, poi le botte e la rissa. Le tensioni al Consiglio della Regione Piemonte, travolta dalle indagini sui rimborsi e le spese pazze“, si fa sentire. Il presidente del Consiglio regionale, Valerio Cattaneo, è stato costretto così a sospendere la seduta dopo la rissa tra Franco Botta, di Fratelli d’Italia, e Aldo Reschigna, del Pd.

Dopo il discorso del governatore del Piemonte, Roberto Cota, anche lui indagato nell’inchiesta sui rimborsi, e di mercedes Bresso, Botta e Reschigna hanno iniziato a insultarsi.

Poi sono passati alle mani e Roberto Placido, vicepresidente dell’Assemblea regionale, è caduto in terra assieme a Botta nel tentativo di separarlo da Reschigna.

Sono poi volati insulti e accuse reciproche, terminate con la sospensione della seduta da parte di Cattaneo, che ha detto: “Non parlerò più, aspetto solo che questo Consiglio vada a casa”.