Renata Polverini alla fine firma: si è dimessa, lettera inviata

Pubblicato il 27 settembre 2012 18:05 | Ultimo aggiornamento: 27 settembre 2012 18:30
renata polverini

Renata Polverini (Foto LaPresse)

ROMA – Renata Polverini è ora ufficialmente e compiutamente ex governatore del Lazio: ha firmato la lettera di dimissioni e l’ha trasmessa al presidente del Consiglio regionale.

Da quando, tre giorni fa, aveva annunciato le dimissioni, tutti si sono iniziati a chiedere come mai Renata Polverini non le avesse firmate e consegnate al ministro Anna Maria Cancellieri. D’altra parte la Polverini in questi tre giorni ha continuato a operare in Giunta: ieri ha nominato dieci nuovi dirigenti, oggi ha tagliato 5 assessori… Ora però si è decisa e le dimissioni le ha anche firmate.

Una volta ricevuta la lettera di dimissioni della governatrice Polverini, il presidente del Consiglio regionale del Lazio Mario Abbruzzese dovrà emettere il decreto di scioglimento del Consiglio regionale. Stando ai tecnici della Pisana, tuttavia, non ci sarebbero limiti di tempo per varare il provvedimento, ma, una volta sciolto il consiglio regionale, Polverini avrebbe 90 giorni di tempo per emettere il decreto che indice le elezioni.

Dalla data di emissione del decreto di indizione delle elezioni alla data del voto vero e proprio devono passare almeno 45 giorni (quelli per la campagna elettorale) ma non c’è un tempo massimo, anche se prassi, convenienza e anche una sentenza della Corte costituzionale del 2003, vorrebbero tempi non esageratamente lunghi.

Dopo le dimissioni da governatore di Piero Marrazzo, le elezioni furono indette con decreto il 26 gennaio 2010 e poi si tennero il 28 e 29 marzo 2010, circa due mesi dopo.