Espresso: “Polverini va a Ponza con 4 amici su motovedetta della Finanza”

Pubblicato il 27 settembre 2012 18:43 | Ultimo aggiornamento: 27 settembre 2012 18:45
polverini

Renata Polverini (Foto LaPresse)

ROMA – Renata Polverini si è dimessa da governatore Lazio con il fare di chi è stata messa in mezzo, di chi sprechi non ne ha mai fatti, di chi denuncerà tutte le malefatte dei consiglieri spreconi… e l’Espresso invece sostiene che proprio lei, la Polverini, il 24 giugno di quest’anno sarebbe andata a Ponza per il Premio Caletta “insieme a quattro amici, a bordo di una motovedetta della Guardia di Finanza e scortata da un’altra motovedetta”.

Se si accertasse la veridicità di questa notizia, non sarebbe nemmeno la prima volta per la Polverini. Ve la ricordate alla sagra del peperoncino di Rieti arrivare in elicottero? Il Fatto Quotidiano scrisse all’epoca che la Polverini avrebbe speso 15mila euro per quel viaggetto.

L’Espresso scrive che la governatrice del Lazio il 24 giugno scorso si sarebbe recata nell’isola dell’arcipelago pontino per una manifestazione assieme a ”quattro suoi amici” usufruendo ”non di una ma di ben due motovedette delle Fiamme Gialle: una velocissima adottata per sconfiggere i contrabbandieri, ad aprire il convoglio e poi un comodo guardacoste lungo 22 metri per la governatrice, i suoi quattro amici e un carico di bagagli”.

La governatrice dimissionaria andava ad assistere al Premio Caletta ”sedeva in prima fila assieme al neosindaco di Ponza Piero Vigorelli e a Bruno Vespa”. Il Premio Caletta, informa l’articolo de L’Espresso ”è venuto a costare circa 30 mila euro, raccolti tra sponsor privati e contributi pubblici, come spiega Alberto Lauretti, presidente di Almadela. Provincia e Regione dovrebbero stanziare 10 mila euro, mentre le spese di luci e palco sono state a carico del Comune”. Secondo quanto Lauretti dichiara a L’Espresso ”il grosso delle spese se ne vanno per i trasporti e i biglietti degli aliscafi, gli ospiti arrivano sempre con mezzi pubblici, così è stato per Paolo Bonaiuti, per il prefetto di Latina e tutti gli altri”.