Renato Modenese, il sindaco che si dimette per le troppe tasse

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Ottobre 2013 7:56 | Ultimo aggiornamento: 9 Ottobre 2013 21:56

Renato Modenese, il sindaco che si dimette per le troppe tassePADOVA – “Ora ho venti giorni di tempo per ritirare le mie dimissioni: lo farò solo se mi arriveranno altri trasferimenti dallo Stato o se sarà decisa una modifica del patto di stabilità. Ho 500 mila euro di avanzo di amministrazione 2012 e non ho intenzione di alzare le imposte ai miei cittadini solo perchè una regola assurda mi impone di non toccarli”. Per questo Renato Modenese, sindaco di Casale di Scodosia (Padova), si è dimesso nel corso del Consiglio comunale di martedì sera.

Dimissioni per protestare conto l’eccessiva tassazione italiana, che saranno ritirate solo nel caso da Roma arrivi qualche buona notizia. “Nel mio territorio ho 400 aziende piccole e medie – ha continuato il sindaco – che già soffrono per la crisi economica. Con che coraggio aumento l’Imu, i rifiuti e l’addizionale Irpef sapendo che ho da parte dei soldi che non mi permettono di spendere? Io non ci sto e a queste condizioni preferisco non fare più il sindaco”.