Renzi, 13 i senatori transfughi, per ora. E il 9 agosto aveva già registrato il sito Italia viva

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Settembre 2019 14:04 | Ultimo aggiornamento: 18 Settembre 2019 14:37
Renzi, i 12 senatori sicuri transfughi

Matteo Renzi al Senato (Ansa)

ROMA – Quanti senatori porterà con sé Matteo Renzi? Ricordiamo che al Senato la maggioranza che ha votato la fiducia al governo Conte 2 è più risicata: il sì è giunto con 169 voti, 8 in più della soglia minima. Su questo ramo del Parlamento dunque il senatore scissionista ha margini importanti per risultare decisivo per le sorti del governo.

I 13 senatori sicuri

Al momento, i senatori Pd che aderiranno sicuramente a ‘Italia Viva’ sono 12: Bonifazi, Renzi, Bellanova, Magorno, Garavini, Comincini, Faraone, Sudano, Ginetti, Grimani, Cucca, Marino e Moretto . “Chiedetelo a loro, comunque credo siano dodici i senatori dem passati al gruppo renziano”, ha confermato il capogruppo Pd al Senato, Andrea Marcucci, al termine dell’assemblea del gruppo. Marcucci che, peraltro, è un renziano di ferro che non ha seguito Renzi e che adesso ha un problema di credibilità con la truppa Pd superstite.

Arriva il primo di Forza Italia. Berlusconi esclude altre defezioni

Intanto si apprende che il senatore Tommaso Cerno, ieri dato tra gli 11 “scissionisti” rimarrà invece nel Pd. Dal Pd danno per sicuro che l’azzurra Donatella Conzatti lascerà FI per Italia viva, ma si aspettano anche qualche altra adesione da parte dei parlamentari del gruppo di Berlusconi.

Eventualità esclusa categoricamente da Berlusconi: “Da quello che mi risulta questa possibilità non esiste, non credo ci siano nostri parlamentari che pensino di avere maggiori possibilità di essere rieletti andando in un altro partito dove comunque verrebbero accolti come dei transfughi”.

Il 9 agosto Renzi aveva già depositato il dominio di Italia viva

Il sito “italiaviva.org” è stato registrato lo scorso 9 agosto –  segnala oggi Il Foglio – , il giorno dopo alcune sue dichiarazioni che in sostanza preannunciavano le sue intenzioni: “Di sicuro nascerà una forza di centro, su questo non ci sono dubbi”, aveva detto in un colloquio comparso sulla Stampa. Anche “italiaviva.eu” è stato registrato il 9 agosto. Ben prima, quindi, della nascita del governo degli ex nemici Pd e M5S. (fonte Ansa Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev).