Renzi-Camusso terzo round: Cgil ripromette sciopero

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Marzo 2014 - 16:48 OLTRE 6 MESI FA
Matteo Renzi

Matteo Renzi (Foto Lapresse)

ROMA – Renzi-Camusso terzo round. Dopo gli scontri delle ultime ore, sui tagli alle tasse da fare, la Cgil torna a minacciare uno sciopero. Minaccia alla quale, per altro, Renzi aveva risposto con un “Ce ne faremo una ragione”. Renzi annuncia il taglio del cuneo fiscale? Susanna Camusso, Cgil, mette le mani avanti:

“Renzi deve sapere che quella parte del Paese e quella parte del mondo del lavoro e delle pensioni sta guardando ai suoi tanti annunci e alle coerenze che poi ci saranno tra gli annunci che fa e l’idea di avere una effettiva svolta di politica economica”.

“Renzi deve sapere che se risposte ai lavoratori non arrivano o se si tolgono risorse e si riduce la coperta degli ammortizzatori ci sarà un problema di risposta al mondo del lavoro. Capisco che Renzi abbia una visione calcistica ma il mondo non è fatto di derby. Il tema è a chi vuoi dare delle risposte”.

Renzi aveva già risposto a tono alle critiche della Camusso:

 “Saranno contro di noi? Ce ne faremo una ragione”. Per poi spiegare la sua idea di concertazione: “Ascoltiamo tutti, compresi Confindustria e Cgil, Cisl e Uil ma decidiamo noi. Quello che c’è da fare lo sappiamo e lo faremo pensando ai cittadini. Non è un derby”.