Quirinale, votano bianco Pd e FI, per opposti motivi. Pd poi o vota Mattarella o si sfascia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Gennaio 2015 14:17 | Ultimo aggiornamento: 29 Gennaio 2015 17:36
Renzi: "Nessun candidato di riserva". O vota Mattarella o il Pd si sfascia

Renzi: “Nessun candidato di riserva”. O vota Mattarella o il Pd si sfascia

ROMA – Votano tutti bianca, sia Pd e che Forza Italia. E’ così alla prima, sarà così anche alla seconda e alla terza, poi dalla quarta il Pd voterà Mattarella mentre Forza Italia continuerà a votare bianca. Per Renzi infatti “non c’è nessun candidato di riserva”. O vota Mattarella o il Pd si sfascia. L’assemblea dei grandi elettori del Pd ha infatti approvato all’unanimità l’indicazione del nome di Sergio Mattarella per il Quirinale da parte del segretario Renzi. Che, a scanso di equivoci, ha anche precisato che quello di Mattarella è l’unico candidato del Pd, non ci saranno alternative di riserva. E’ un passaggio importante perché, se tutto il Pd non lo segue compatto, se dovessero presentarsi sorprese nell’urna, il Pd non resisterebbe un minuto di più nella sua versione attuale.

Non dovrà ripetersi, per intendersi, quanto avvenuto nel 2013 quando da Marini a Prodi (fu votato dai Pd con un’acclamazione pubblica smentita nell’urna) i parlamentari Pd impallinarono i candidati scelti dall’allora segretario Bersani. Stavolta Mattarella rappresenta l’occasione unica per restituire un profilo davvero unitario al partito Democratico. Il discorso di Renzi che propone una candidatura blindata si è concluso con un appello alla responsabilità, prima ancora che all’unità. Chi non vota Mattarella si chiama fuori dalla vita del partito. Attentando alla sua stessa sopravvivenza.