Renzi, “Posso parlare?”, Grillo, “No”. Ma il web aveva detto sì…O no?

di Warsamé Dini Casali
Pubblicato il 19 febbraio 2014 14:50 | Ultimo aggiornamento: 19 febbraio 2014 14:56
Renzi, "Posso parlare?", Grillo, "No". Ma il web aveva detto sì...O no?

Renzi, “Posso parlare?”, Grillo, “No”. Ma il web aveva detto sì…O no?

ROMA – Renzi, “Posso parlare?”, Grillo, “No”. Ma il web aveva detto sì…O no? La diretta streaming ha offerto un duello tanto atteso quanto abortito tra Matteo Renzi e Beppe Grillo. Forse era nelle cose, sicuramente le telecamere impongono maggiore attenzione all’effetto che si produce: c’è chi si mette in posa, chi grida più forte, chi scrolla il capo per sottolineare l’inconsistenza dell’altrui parere. Argomentare appare un lusso. Risultato, pur essendo i duellanti stimati comunicatori, incomunicabilità totale. Poteva andare diversamente? No, non poteva: ma che almeno si incrocino le armi!

Che, a proposito di democrazia digitale, è quello che chiedeva la maggioranza più uno dei militanti 5 Stelle convocati online all’ennesimo sondaggio. La posizione di Grillo era nota e rispettabile: con Renzi è inutile parlare, è quindi inutile andarci. La posizione del Movimento, se quei 20.843 sì su 41.240 iscritti  valgono qualcosa, era diversa. Non opposta, ma diversa: se vuoi andare a un incontro ci vai per sentire almeno una cosa dal tuo interlocutore. Beppe Grillo ha prima detto non si va, poi ha consultato i militanti per ottenere un parere. L’ha ricevuto, si è giustamente uniformato, quindi ha fatto di nuovo di testa sua.