Repubblica: “Anna Ascani non ministro perché la Boschi voleva rimanere la più giovane”

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 Settembre 2019 11:33 | Ultimo aggiornamento: 19 Settembre 2019 11:33
Anna Ascani

Anna Ascani (Foto Ansa)

ROMA – Anna Ascani, viceministro dell’Istruzione del Pd, non sarebbe diventata ministro ma solo vice perché Maria Elena Boschi si sarebbe messa di traverso. E’ quanto scrive Giovanna Vitale per Repubblica. 

Secondo la cronista, l’ex sottosegretaria del Consiglio e fedelissima di Matteo Renzi non avrebbe gradito di perdere il primato di ministra più giovane del centrosinistra e per questo si sarebbe opposta. 

In un lungo post su Facebook la stessa Ascani ha espresso il proprio rammarico per la scissione di Renzi: “È stata una giornata lunga e faticosa. La prima giornata operativa al Ministero. Ma ovviamente non è questa la parte “faticosa”. Ho pensato molto. Ho anche pianto. (…) Ho letto l’intervista di Matteo Renzi stamattina. C’è molto di lui, delle sue straordinarie intuizioni, della sua visione, della sua capacità di leadership. C’è il suo entusiasmo concreto e appassionato. Per questo sono certa che in tanti lo seguiranno sulla strada che oggi ha tracciato. E tra questi ci sono moltissimi miei AMICI, di quelli che è raro incontrare in un partito, compagni di strada che conosco da anni e qualcuno che ho conosciuto qualche mese fa, ma che in poco tempo mi ha dato tantissimo. C’è un pezzo del mio cuore, della mia storia politica e, quindi, di me. Solo che tutto questo, purtroppo, non mi basta per fare lo stesso”. (Fonti: Repubblica, Facebook)