Riaperture 26 aprile, ristoranti al chiuso e coprifuoco alle 23? Pressing Regioni, ultimo tentativo in Cdm

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Aprile 2021 18:04 | Ultimo aggiornamento: 21 Aprile 2021 19:49
Riaperture 26 aprile ristoranti

Riaperture 26 aprile ristoranti (nella foto il Gambrinus a Napoli)

Riaperture 26 aprile, ristoranti al chiuso e coprifuoco alle 23? Le Regioni provano a convincere Draghi e il Consiglio dei ministri a modificare il decreto che sancirà riaperture e restrizioni. Il Cdm è in corso, il leghista Giorgetti il più agguerrito nel tentativo di blitz.

Riaperture 26 aprile, ristoranti al chiuso e coprifuoco alle 23?

Queste le richieste delle Regioni: concedere la riapertura del 26 aprile anche ai ristoranti al chiuso e differire di un’ora il coprifuoco, dalle 22 alle 23.

Il nuovo decreto legge Covid, valido dal 26 aprile al 31 luglio, è atteso al Consiglio dei Ministri convocato alle 17 . All’esame del provvedimento  le nuove misure per la graduale ripresa delle attività economiche e sociali.

Dal 26 aprile la maggior parte dell’Italia tornerà in giallo, molti studenti torneranno a scuola e potranno riprendere le attività all’aperto.”Penso che altre 11 regioni passeranno al giallo”, sostiene il ministro Gelmini.

Il ministro dello sviluppo economico Giancarlo Giorgetti si è impegnato sul tema delle aperture. “Giusta la proposta di permettere apertura dei punti vendita anche in zona rossa con la possibilità di entrare solo per appuntamento e anticipare quella delle fiere al 15 giugno. Porterò le proposte in Cdm”.

E ha annunciato che “insieme al ministro Garavaglia stiamo pensando a un greenpass italiano che permetta anche l’ingresso in Italia degli stranieri che rappresentano un pubblico fondamentale per il rilancio del settore”.

Le proposte delle Regioni: coprifuoco alle 23, ristoranti al chiuso aperti 

“Consentire, nel rispetto dei protocolli di sicurezza, i servizi di ristorazione sia al chiuso che all’aperto. Senza distinzione di trattamento in base agli orari di somministrazione, la proroga del coprifuoco dalle 22 alle 23. La ripresa delle attività individuali in palestra al chiuso e in piscine all’aperto, già a partire dal 26 aprile”.

Sono queste  le ulteriori osservazioni e modifiche alla bozza del decreto-legge che la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha trasmesso ai ministri Gelmini e Speranza.

I governatori chiedono anche “la riapertura del settori wedding e l’avvio anticipato, rispetto a quanto disposto in bozza, dei mercati, l’uniformazione delle date di riapertura degli spettacoli all’aperto e degli eventi sportivi all’aperto”.