Rifiuti, la Lega: “Al nord da Napoli nemmeno un sacchetto”

Pubblicato il 25 Giugno 2011 17:27 | Ultimo aggiornamento: 25 Giugno 2011 21:26

MILANO – ”Neppure un sacco” dei rifiuti di Napoli deve arrivare in Lombardia: a sostenerlo è il presidente del Consiglio regionale, Davide Boni, della Lega Nord.

”Noi non accetteremo nessun giochetto che trasformi i rifiuti dei napoletani in rifiuti speciali, così da vederli viaggiare su e giù per il Paese. Ognuno – ha detto – si tenga i propri e si rimbocchi le maniche per smaltirli. Neppure un sacco partenopeo deve varcare i confini della Lombardia e nessun centesimo lombardo dovrà finire a Napoli per risolvere l’ennesima emergenza ”

”Finiamola di dire che il problema dei rifiuti napoletani è un problema di tutti – ha aggiunto Boni – non è certamente colpa della Lombardia se Napoli e’ sistematicamente alle prese con l’emergenza rifiuti”. E dunque la nuova Giunta ”faccia come tutte le altre amministrazioni locali – ha concluso – e si metta a raccogliere e smaltire i propri rifiuti”.

In precedenza era stato il governatore del Veneto Luca Zaia a dire: ”I rifiuti di Napoli non li vogliamo, ma siamo disposti ad offrire know-how e tecnici disposti a dare una mano per impostare una raccolta differenziata”.

”Abbiamo al riguardo 10-11 anni di storia alle spalle – ha ricordato Zaia – e per questo siamo infatti riusciti ad eliminare le discariche”. ”Così come abbiamo mandato i tecnici della sanità al servizio della sanità napoletana – ha concluso – siamo disposti ad inviare anche i nostri esperti ma non a portarci a casa i rifiuti”.