Riforme, il giorno del testo in Senato. M5s: Sarà giornata calda

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Luglio 2014 12:11 | Ultimo aggiornamento: 14 Luglio 2014 12:11
Riforme, il giorno del testo in Senato. M5s: Sarà giornata calda

Riforme, il giorno del testo in Senato. M5s: Sarà giornata calda

ROMA – Riforme, si inizia a fare sul serio. Oggi 14 luglio 2014, infatti, inizia al Senato la discussione sulla riforma della Costituzione. Si apre con la relazione introduttiva di Anna Finocchiaro (Pd) e poi il resto della giornata è dedicato alla presentazione degli emendamenti. Ma prima ancora che si inizi a votare sui singoli aspetti già il Movimento 5 Stelle, contrario a molti aspetti del provvedimento, annuncia battaglia: “Sarà giornata calda”. 

L’avvertimento arriva dall’account Twitter di M5s e subito si tramuta in fatti. Tempo di sedersi in Aula che il Senatore M5s Vito Petrocelli chiede la verifica del numero legale. Insomma, l’aria che tira non è rassicurante per il governo; il Movimento le proverà tutte per rallentare e far cadere il progetto di riforme.

La relazione di Anna Finocchiaro.  Il testo delle riforme approvato dalla Commissione Affari costituzionali del Senato, “pur rimanendo aderente all’impianto” del ddl originario del governo, “è stato significativamente arricchito”. Lo ha detto la relatrice alle riforme Anna Finocchiaro, illustrando in Aula in provvedimento.    Dal lavoro della Commissione, ha aggiunto, “e’ risultato un testo che si è configurato come un punto di approdo molto solido e avanzato al fine della celerità dell’iter parlamentare”.

Gli emendamenti e le pregiudiziali. La giornata di oggi è dedicata alla presentazione degli emendamenti e delle pregiudiziali. Nel dettaglio sono state presentate due pregiudiziali al ddl sulle riforme, che chiedono di non procedere nell’esame del testo.    Una prima pregiudiziale è stata presentata da tutto il gruppo di M5s, mentre l’altra è stata firmata congiuntamente da Sel e dagli ex M5s.