Pisapippa? La battuta di Grillo offende anche i grillini

di Dini Casali
Pubblicato il 1 Giugno 2011 12:54 | Ultimo aggiornamento: 1 Agosto 2011 17:52

MILANO – Ma non è che l’invidia ha giocato un brutto scherzo a Beppe Grillo? La vittoria di Pisapia, eclatante, insperata e per questo doppiamente goduta, forse il blogger/comico/agitprop non l’ha mandata giù. Il suo ultimo post ha rovinato la festa a i grillini, che Pisapia lo hanno votato in massa. Altro che Pisapippa. E i commenti su Beppegrillo.it non si sono fatti attendere: nell’agorà virtuale stavolta solo fischi e pollici verso. “Mi pare che grillo stia rosicando… Dopo il primo turno non aveva sperato che vincesse proprio il pisapia che ora denigra?” si lamenta annapetroni, ed è uno dei più comprensivi.

“Meglio l’Italia di #Pisapippa che di #GrilloPuppa” posta uno che dissente ma al quale la battuta piace. L’hashtag “#pisapippa” è diventato un tormentone digitale, ma si è ritorto contro il leader di 5 stelle, cui stavolta la battuta è venuta davvero male. E compulsando Twitter, Facebook et similia i suoi devoti sostenitori lo hanno scaricato. Gli contestano: a) scarsa fantasia e poco fairplay; b) la linea politica sbagliata e autoriferita. Infatti, sostengono gli amanti di Grillo traditi, a storpiare i nomi per puro dileggio politico è rimasto solo Emilio Fede. Quanto all’analisi del voto, Grillo è convinto che nulla è cambiato perché a vincere è stato il Sistema. Proprio così, con la lettera maiuscola: Massimo Gramellini gli ricorda sommessamente su La Stampa che è l’argomento principe che portò i brigatisti a sparare, “Sistema delle multinazionali”, do you remember?

E nosapaid si domanda: “#pisapippa: ma a #BeppeGrillo, questa gran bella battuta chi gliel’ha suggerita? Santanché, Stracquadanio o Capezzone?”. E’ una battuta, certo, ma l’accusa è grave: intelligenza con il nemico, in guerra costava la fucilazione. SandXMan è più riflessivo: “Grillo è simpatico ma che senso ha attaccare oggi Pisapia chiamandolo pisapippa? Devo cancellare la mia iscrizione al m5s?”. Ecco, il giocoso, giovane, antipartitico e allergico ai leader, movimento 5 stelle si sgonfierà come un pallone bucato? Un politologo potrebbe dire che, passata l’euforia iniziale, scontata la novità organizzativa in rete, era nelle cose che il partito orizzontale a terra ci finisse per davvero.

C’è chi non transige proprio: “Pisapippa?….. Grillo forse non sa che con le sue parole sta offendendo innanzitutto le migliaia di cittadini che l’hanno votato”. Giusto: tra i “senza cervello” evocati da Berlusconi e il “questo voto è una stronzata” di Sallusti (Il Giornale)  l’andazzo, maleducato e autolesionista, di insultare chi non la pensa come te, andrebbe sanzionato come si deve. Anzi, c’è già chi ci pensa: da solo, senza fretta, nel segreto dell’urna.