Rimborsopoli M5S, buco da quasi 1,5 milioni. Senatore Buccarella si autosospende

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 febbraio 2018 8:31 | Ultimo aggiornamento: 13 febbraio 2018 9:32
Rimborsopoli M5S, buco da quasi 1,5 milioni. Senatore Buccarella si autosospende

Rimborsopoli M5S, buco da quasi 1,5 milioni. Senatore Buccarella si autosospende

ROMA – Rimborsopoli M5S, buco da quasi 1,5 milioni. Senatore Buccarella si autosospende. Andrea Cecconi e Carlo Martelli sono, probabilmente, solo la punta di un iceberg. Un iceberg contro cui la campagna elettorale del M5s rischia di sbattere a un passo dal rush finale. Il caso “rimborsopoli”, sugli ammanchi nelle restituzioni dei parlamentari, si allarga, quasi un milione e mezzo di euro. Il caso ovviamente è preso molto seriamente dai vertici, che reagiscono in maniera durissima. “Le mele marce le trovo e le caccio, nessuno inficerà il nome del M5S”, è il diktat di Luigi Di Maio.

La questione, secondo il servizio delle Iene andato in onda domenica sera, riguarda almeno una decina di parlamentari e non solo Cecconi e Martelli. E dalle prime verifiche i vertici del Movimento ammettono come il “buco” sulle restituzioni per il fondo per il microcredito sia “più grande” degli oltre 200mila euro preventivati dai media. Sul totale delle cifre “vediamo domani”, si limitano a dire, dopo aver chiesto in via ufficiale gli atti al Ministero dell’Economia presso cui è registrato il fondo per le pmi. I calcoli, fatto salvo eventuali errori commessi dai tecnici del Movimento nel riportare i dati delle restituzioni, sembrano volgere al peggio.

Alla cifra di 226 mila euro di ammanco, che ha fatto scattare l’allarme per le mancate restituzioni, va infatti aggiunta la cifra versata al fondo dagli eurodeputati del M5s, pari a 606mila euro, come certificato dallo stesso blog giorni fa. E a questa si somma il totale dei rimborsi arrivati dalle Regioni: le stime sono approssimative ma si parla di oltre 500mila euro. Il tutto fa quindi aumentare la forbice tra quanto dichiarato dai parlamentari sul sito tirendiconto.it e quanto arrivato, in concreto, dai bonifici.

Annuncia l’autosospensione il senatore Maurizio Buccarella, messo nel mirino delle “Iene”. “Mi considero autosospeso dal M5s per tutelare anche la mia serenità personale e familiare”. Lo annuncia il senatore Maurizio Buccarella sulla sua bacheca dove spiega: “Ho appena inviato all’assistenza di Tirendiconto i bonifici esitati degli ultimi tre mesi del 2017 (tot.12.292,75 euro), finora pubblicati sul sito in forma di mero ordine di disposizione. Relativamente agli ultimi due mesi di novembre e dicembre avevo fatto una leggerezza, però: avevo revocato i due bonifici” .

Nel frattempo, a dare manforte a Di Maio nel momento forse più difficile della campagna è Grillo. L’ex comico “compare” a Torre del Greco, ad un’iniziativa organizzata dai marittimi alla quale arriva assieme a Di Maio. “Non siamo tutti uguali, se ve lo dicono è un alibi che uno si crea per non fare nulla”, spiega Grillo parlando del Movimento in un discorso breve, in cui non fa alcun cenno al caso dei rimborsi. A parlarne, prima di approdare nella sua Pomigliano, è invece diffusamente Di Maio.

 

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other