Rissa Camera. Carlo Nola sospeso per 15 giorni anche per Barbato niente aula per due

Pubblicato il 13 luglio 2010 17:20 | Ultimo aggiornamento: 13 luglio 2010 17:49

Carlo Nola

L’onorevole Carlo Nola del Pdl è stato censurato e sospeso per 15 giorni dai lavori dell’assemblea di Montecitorio. Lo ha deciso l’Ufficio di presidenza della Camera dopo tre ore di riunione. E’ questa la misura più rilevante adottata dopo lo scontro verificatosi mercoledì scorso in Aula mentre si discuteva un ddl contenente nuove iniziative per i giovani.

In quell’occasione Francesco Barbato (Idv) fu colpito con un pugno ad un occhio, con successiva prognosi di 15 giorni. L’Ufficio di presidenza ha sanzionato anche altri partecipanti ai tafferugli. Giovanni Dima (Pdl) non potrà partecipare ai lavori dell’assemblea per 10 giorni, mentre il suo collega di groppo, Fabio Rampelli, è stato sospeso per 8 giorni.

Anche la ”vittima” dell’aggressione, Francesco Barbato, è stato sospeso per 2 giorni per aver usato espressioni ingiuriose nei confronti dei colleghi anche dopo la sospensioni dei lavori d’Aula. Barbara Saltamartini (Pdl) non è  stata sospesa ma ha ricevuto un semplice richiamo. Tutti gli altri, oltre alla misura della sospensione, hanno ricevuto anche una censura formale.