Rissa in carcere tra immigrati, Bordonali (Lega): “Scontino pena in patria”

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 Luglio 2015 10:27 | Ultimo aggiornamento: 3 Luglio 2015 10:27
Rissa in carcere tra immigrati, Bordonali (Lega): "Scontino pena in patria"

Rissa in carcere tra immigrati, Bordonali (Lega): “Scontino pena in patria”

MILANO  – “I detenuti stranieri scontino la pena nel Paese di origine”. E’ l’idea lanciata da Simona Bordonali, assessore leghista alla Sicurezza della Regione Lombardia per risolvere il problema del sovraffollamento delle carceri. Il pretesto è stata una rissa scoppiata mercoledì sera al carcere Canton Mombello di Brescia e che ha coinvolto una trentina di detenuti, magrebini contro albanesi. Uno è finito all’ospedale.

“Questo intervento – ha detto Bordonali – consentirebbe di risparmiare ingenti risorse economiche e permetterebbe di avere spazio per far rispettare le sentenze, visto che in Lombardia la popolazione carceraria di origine straniera è circa il 50% di quella totale”.

Quanto alla rissa di Brescia, commenta Bordonali:

“Si è trattato di un vero e proprio scontro tra bande, con nordafricani da una parte e stranieri dell’est dall’altra. Episodi simili si sono verificati nelle scorse settimane anche a Bergamo e Cremona, oltre che a marzo nello stesso carcere di Brescia. Esprimo solidarietà agli agenti e alla direttrice della casa circondariale, che stanno lavorando sotto organico e con un numero di detenuti superiore al massimo consentito. Invito il Governo a risolvere presto la questione”.