Roberto Benigni: “Con Berlusconi odio platonico, Letta nella selva oscura”

Pubblicato il 10 Giugno 2013 14:49 | Ultimo aggiornamento: 10 Giugno 2013 14:49
Roberto Benigni: "Con Berlusconi odio platonico, Letta nella selva oscura"

Roberto Benigni (foto Lapresse)

FIRENZE – Roberto Benigni sulla politica italiana: con Berlusconi “un odio platonico”, “Renzi ha perso apposta per vedere il mio spettacolo”, “Letta è in una selva oscura”. Il comico era a Firenze, per presentare lo spettacolo “Tuttodante” dal 20 luglio al 6 agosto in piazza Santa Croce.

Berlusconi

”Sapete che con Berlusconi ho sempre avuto un rapporto bellissimo, un odio platonico”. Con Berlusconi, ”come comico, c’e’ un sentimento di gratitudine, ma ho sempre avuto dubbi sulla sua dirittura politica”, dice Benigni che si lancia anche sulla discussione in corso sull’ineleggibilita’ di Berlusconi: ”L’Italia e’ una paese straordinario: e’ come se si scoprisse oggi che la Divina Commedia l’ha scritta l’Ariosto. Noi abbiamo scoperto che c’e’ un articolo degli anni ’50… e avevano gia’ deciso, prima ancora che nascesse Renzi, che Berlusconi non era eleggibile”.

Renzi e Letta

”Renzi ha perso le primarie apposta per essere a Firenze e vedere il mio spettacolo su Dante: altrimenti avrebbe dovuto essere in ben altri inferni, come la selva oscura in cui si trova Letta adesso e al governo non sanno bene come districarsene”.

Dan Brown

Roberto Benigni nel nuovo film su ‘Inferno‘, dall’ultima fatica di Dan Brown, come auspicato dallo stesso scrittore la scorsa settimana a Firenze? ”Spero che Dan venga a una delle mie serate: i nostri staff si sono sentiti, avremo un incontro”