Roberto Fico: vitalizi ex parlamentari da 4mila a 700 euro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 giugno 2018 9:24 | Ultimo aggiornamento: 27 giugno 2018 9:24
Roberto Fico: vitalizi ex parlamentari da 4mila a 700 euro

Roberto Fico: vitalizi ex parlamentari da 4mila a 700 euro

ROMA – Oggi[App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] la delibera per il taglio dei vitalizi agli ex parlamentari approda sul tavolo dell’ufficio di presidenza della Camera. Il presidente di Montecitorio Roberto Fico si dice pronto a dare la nuova sforbiciata a oltre 1200 assegni che ricevono gli ex deputati nonostante le polemiche e le minacce di ricorsi e class action da parte dei diretti interessati.

“Il taglio ai costi della politica è un tema su cui ci siamo concentrati da tempo ed è tra i principali obiettivi della legislatura”, assicura il numero uno di Montecitorio. Il via libera potrebbe però attendere ancora qualche giorno (dopo l’illustrazione della proposta verrà fissata la data per gli emendamenti).

Secondo i calcoli – scrive Alessandro Trocino del Corriere della Sera – la riduzione più massiccia, dal 50 all’82,8%, riguarderebbe 11 titolari: non i big che hanno fatto più legislature (e quindi pagato più contributi) ma ex parlamentari che sono stati poco in Parlamento. In alcuni casi, vitalizi di 4 mila euro scenderanno drasticamente fino a 6-700 euro. La riduzione tra il 20 e il 50% riguarderebbe 786 titolari. Vengono poste due clausole di salvaguardia. Verso l’alto: con questo metodo 111 ex parlamentari, che nel ricalcolo ci avrebbero guadagnato, non otterranno un euro in più. E, verso il basso, per cui ci sarà un limite minimo, probabilmente tra i 600 e gli 800 euro. Si risolverà anche la questione dei vitalizi di reversibilità: le vedove di lungo corso di ex parlamentari non dovrebbero subire effetti negativi dalla riforma. E verrà invece tolto il vitalizio a tutti gli ex parlamentari condannati in via definitiva.

Secondo i calcoli dei questori, che sul tema hanno condotto un’istruttoria, con il ricalcolo secondo il sistema contributivo degli assegni che vengono erogati ai soli ex deputati si potrebbero risparmiare tra i 18 e i 20 milioni di euro ritoccando oltre mille prestazioni.

A percepire il vitalizio sono oggi circa circa 2.600 ex parlamentari tra Camera e Senato, per una cifra che nel 2016 ha raggiunto i 193 milioni di euro. Superiore l’importo totale negli anni successivi: nel 2017 ha toccando quota 206,28 milioni di euro. Secondo la stima fatta dall’Inps, nel 2018 i vitalizi dovrebbero dovrebbe crescere ancora raggiungendo i 206,94 milioni.