Roberto Rosso, assessore Piemonte, arrestato in inchiesta ‘ndrangheta: la Meloni lo caccia

di redazione Blitz
Pubblicato il 20 Dicembre 2019 12:44 | Ultimo aggiornamento: 20 Dicembre 2019 13:02
Roberto Rosso, assessore Piemonte, arrestato per 'ndrangheta: la Meloni lo caccia da Fdi

Roberto Rosso (Foto Ansa)

TORINO – Roberto Rosso, l’uomo di punta di Fratelli d’Italia a Torino e dintorni, è stato arrestato nell’ambito di una inchiesta sulla ‘Ndrangheta in Piemonte: l’accusa nei suoi confronti è quella di voto di scambio. E Giorgia Meloni lo ha subito cacciato dal partito e poco dopo lui si è dimesso dall’incarico in Regione. Tra l’altro Rosso è stato il candidato più votato a Torino durante le ultime elezioni amministrative.

Associazione per delinquere di stampo mafioso, reati fiscali per 16 milioni di euro e reato di scambio elettorale politico-mafioso: sono alcuni dei capi d’accusa mossi, a vario titolo, nei confronti di otto persone arrestate all’alba di venerdì 20 dicembre in Piemonte su richiesta della Direzione distrettuale antimafia nell’ambito di un’operazione nei di persone accusate di essere legati alla ‘ndrangheta radicati nel territorio di Carmagnola. Tra gli otto fermati c’è anche l’assessore della Regione Piemonte Roberto Rosso, esponente di Fratelli d’Italia. 

Secondo quanto riferisce l’agenzia, Agi Rosso, 58 anni, avvocato civilista, deputato per cinque legislature e due volte sottosegretario, già in Forza Italia e da ultimo in Fratelli d’Italia, sarebbe accusato di aver chiesto aiuto alla criminalità organizzata per essere eletto alle ultime elezioni regionali nella coalizione a sostegno del presidente Alberto Cirio. In Regione Rosso è assessore ai Rapporti con il Consiglio regionale, Delegificazione e semplificazione dei percorsi amministrativi, Affari legali e Contenzioso, Emigrazione e Diritti civili.  

Giorgia Meloni caccia Roberto Rosso da Fratelli d’Italia.

“Roberto Rosso ha aderito a Fratelli d’Italia da poco più di un anno. Apprendiamo che stamattina è stato arrestato con l’accusa più infamante di tutte: voto di scambio politico-mafioso. Mi viene il voltastomaco. Mi auguro dal profondo del cuore che dimostri la sua innocenza, ma annuncio fin da ora che Fratelli d’Italia si costituirà parte civile nell’eventuale processo a suo carico. Ovviamente, fin quando questa vicenda non sarà chiarita, Rosso è da considerarsi ufficialmente fuori da FdI”. Lo afferma la leader di Fdi, Giorgia Meloni. 

“Come facciamo con tutti i nostri candidati- ha spiegato Meloni parlando di Rosso – abbiamo verificato con gli strumenti che un partito ha a disposizione se avesse problemi con la giustizia. Non è emerso nulla e abbiamo deciso di sottoporre anche il suo nome al giudizio degli elettori piemontesi. È stato il più votato nelle nostre liste, e per questo è diventato assessore regionale. La mafia, la camorra e la ‘ndrangheta ci fanno schifo e ci fa schifo chi scende a patti con loro. Da sempre, noi di Fratelli d’Italia siamo rigidissimi nella selezione e nelle candidature e facciamo tutto quello che è nelle nostre possibilità per proporre agli italiani persone senza macchia. Ma come ci si difende da chi bussa alla tua porta, dice di voler combattere con te e sembra avere un curriculum specchiato, ma poi viene accusato di reati così infami?”. “A chiunque – conclude Meloni – pensi di usare il nostro simbolo per trattare con mondi che noi combattiamo voglio dire forte e chiaro: Fratelli d’Italia non può essere la vostra casa, perché ci fate vomitare”.

Crosetto: “Non mi fido dei giudici”.

“Non ho fiducia nei magistrati. Ma non solo in questo caso ma per quello che ho visto in altri casi. Questo specifico non lo conosco nel dettaglio e non posso commentarlo”. Lo ha detto il coordinatore di Fratelli d’Italia, Guido Crosetto, intervistato da radio Capital. “Diciamo che ho fiducia nel 95% dei magistrati”, aggiunge poi. Infine il coordinatore di FdI spiega che il partito “leggerà meglio cosa viene contestato, comunque in questi caso abbiamo sempre sospeso le persone in attesa. Lo faremo anche stavolta”.

(Fonti: Ansa, Agi)