Rocco Casalino, il video contro down e anziani era solo una recita

di Gianluca Pace
Pubblicato il 8 novembre 2018 10:27 | Ultimo aggiornamento: 8 novembre 2018 14:34
Rocco Casalino, il video contro down e anziani era solo una recita

Rocco Casalino, il video contro down e anziani era solo una recita

ROMA – Rocco Casalino e il discorso contro gli anziani e down? Solo una recita. In queste ore è stato rilanciato dalla pagina YouTube ArcadeTv (e ripreso da Dagospia e altri) un vecchio video in cui si vede l’ex concorrente del Grande Fratello, e ora portavoce di Palazzo Chigi, prendersela con anziani e ragazzi affetti dalla Sindrome di Down. Il video ha suscitato molte polemiche. Il PD ha anche chiesto le dimissioni di Casalino. 

Ma si tratta di un vecchio video – già pubblicato in passato – e che risale al 2004. Vecchio video in cui Casalino non parlava a ruota libera ma… recitava durante un incontro per un corso di giornalismo della provincia di Milano. Casalino lo aveva spiegato già all’epoca della prima pubblicazione del video. 

Ma cosa si vede nel video? Seduto su una cattedra in una classe piena di ragazzi, Casalino dice: “Da bambino, da sempre, i vecchi mi fanno schifo. E tutti i ragazzi down… mi danno fastidio. Non ho nessuna voglia di relazionarmi a loro, nessuna voglia di aiutarli, poveretti che gli è capitata ‘sta cosa ma non voglio occuparmene”.

Qualcuno in classe gli contesta l’uso del termine “schifo” per descrivere il suo rapporto con anziani e ragazzi con la sindrome di down, ma Casalino non arretra di un passo: “È come se fa schifo il ragno… io provo fastidio… è imbarazzo, non so come spiegarlo, non voglio perderci tempo… non mi va di stare con i vecchietti, non voglio stare dietro ai bambini, non voglio fare bambini, non mi va di stare dietro a uno che è down, che non capisce niente”.

In realtà Casalino stava partecipando a un incontro per un corso di giornalismo della provincia di Milano e stava mettendo in scena una finta conferenza stampa con tesi “assurde”.

In questo video, sempre girato durante il corso, Rocco Casalino spiegava proprio questo ai partecipanti:

 
Qualche anno fa comunque, un’altra intervista provocatoria di Rocco Casalino, uscita per Le Iene, fece molto discutere. E così Casalino, siamo nel 2014, sul sito di Beppe Grillo, spiegò anche in quell’occasione che stava recitando. E lo spiegò facendo proprio riferimento a quell’incontro e a quel vecchio personaggio che aveva studiato al “Centro Teatro Attivo”. 
 
“13 anni fa frequentavo il “Centro Teatro Attivo” di Milano. In un corso di recitazione si sviluppò lo studio dei personaggi e a me fu affidata l’interpretazione di un personaggio snob, classista, xenofobo e omofobo. Per questa interpretazione, dovevo usare un linguaggio paradossale ed estremista. Per sbeffeggiare l’ipocrisia di molti personaggi pubblici, interpretai questo ruolo politicamente scorretto in una intervista alle “Iene“, utilizzando lo studio fatto nel corso di recitazione. Quindi riprendo dei luoghi comuni sul presunto odore della pelle di persone indigenti e di rumeni. Cosa ancora più grottesca e assurda visto che all’ intervista era presente la mia compagna e convivente di allora, originaria di un Paese dell’Est Europa. Qualche giorno dopo, raccontai in un’intervista rilasciata a Maurizio Costanzo, con miei amici e parenti presenti a testimoniare la mia assoluta lontananza da idee razziste, classiste o xenofobe e mettendo quindi nel giusto contesto di recitazione le parole assurde e paradossali di quella intervista. Le posizioni razziste e xenofobe sono quanto di più lontanto dalla mia persona. Ora è successo che, improvvisamente, i 30 secondi di quell’intervista alle “Iene” avrebbe subito utilizzato la macchina del fango. Forse la risposta alle mie domande è che l’obiettivo è cercare di infangare me, per colpire indirettamente il M5S?” .
 
L’intervista alle Iene:
 
 
Il video diffuso in queste ore: