Roma/ Demoliti gli abusi edilizi a casa di Ferdinando Adornato, deputato Udc

Pubblicato il 31 Luglio 2009 12:52 | Ultimo aggiornamento: 31 Luglio 2009 12:52
RO040208POL_0008

Ferdinando Adornato

Il deputato dell’Udc nemmeno c’era nella sua abitazione di Via Pepoli nel ricco quartiere San Saba di Roma quando venerdì mattina verso le 9 hanno fatto irruzione i vigili urbani e dei tecnici del municipio per demolire alcuni abusi edilizi.

In realtà in quella casa Adornato nemmeno ci vive però aveva fatto costruire una struttura in legno adibita a gazebo in giardino a copertura di un mini appartamento di 45 metri quadrati realizzato scavando abusivamente nel terrapieno del giardino sottostante.

I vigili del I municipio sono entrati a casa vuota, forti di un provvedimento di dissequestro ai fini demolitori firmato dalla Procura di Roma. Avvisato del fatto Adornato, fondatore di “Liberal”, ha messo in mezzo la religione e ha detto: «Me la farò benedire quella casa, da quando l’ho presa mi accade qualsiasi cosa».

Ha poi sottolineato: «Non capisco questa fretta a demolire la prossima settimana ci avrei pensato io stesso, comunque se le strutture erano fuorilegge il Comune ha fatto bene ad abbatterle. Io neanche immaginavo di aver fatto un’illegalità, mi sono fidato dell’architetto e non ho controllato se aveva richiesto le autorizzazioni necessarie, certamente è stato un mio errore. E la legge è uguale per tutti, anche per me».