Roma dopo Ignazio Marino. Renzi pensa a Roberto Giachetti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Giugno 2015 12:14 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2015 12:14
Roma dopo Ignazio Marino. Renzi pensa a Roberto Giachetti

Roma dopo Ignazio Marino. Renzi pensa a Roberto Giachetti (foto LaPresse)

ROMA – Il nome per il dopo Ignazio Marino c’è già. Ed è quello di Roberto Giachetti, vicepresidente della Camera e in passato vicino alla gestione di Roma come braccio destro di Francesco Rutelli. A scriverlo è Maria Teresa Meli per il Corriere della Sera secondo cui a far resistenza, però, sarebbe proprio lo stesso Giachetti. Scrive Meli:

Già, ma qual è il sindaco a cui pensa il premier? Lui un nome ce l’ha già. È quello di Roberto Giachetti, vicepresidente della Camera, ex braccio destro di Rutelli al Campidoglio. L’uomo ideale per Renzi. Un po’ meno per il diretto interessato che sta facendo una certa resistenza. (…) Se non gli dovesse riuscire di vincere le resistenze di Giachetti, il premier, come si è detto, si orienterà su Gabrielli.

Marino, insomma, come detto dal premier nel colloquio con Massimo Gramellini, sembra avere davvero poco di cui stare tranquillo. La poltrona, al di là delle prese di posizione del presidente del Pd Matteo Orfini, sembra vacillare più che mai.

Sempre secondo Meli Renzi ai suoi avrebbe detto:

«Dovremo sacrificare Roma. O di qui a qualche mese saremo travolti tutti»: sono poche, pesanti, parole. Renzi le pronuncia nel chiuso delle stanze di Palazzo Chigi, davanti ai fedelissimi.