Roma, Ignazio Marino apre al M5s: “Indicate una donna assessore”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Giugno 2013 22:35 | Ultimo aggiornamento: 24 Giugno 2013 22:35
Roma, Ignazio Marino apre al M5s: "Indicate una donna per la Legalità"

Ignazio Marino (Foto LaPresse)

ROMA – Ignazio Marino apre al Movimento 5 Stelle, a cui chiede di indicare una donna per l’assessorato alla Legalità e alla sicurezza urbana. La mossa a sorpresa del sindaco, alle prese con la difficile composizione della Giunta romana, arriva nel secondo incontro in due giorni in Campidoglio con i 4 consiglieri M5S.

E così gli eletti pubblicano un post dal titolo ‘Valutiamo insieme una proposta’ sul blog nazionale di Beppe Grillo e lanciano un sondaggio online – che si concluderà domani alle 11 – tra gli iscritti romani dal 2012 per decidere il da farsi. Cioè se accettare di scegliere tra i curricula in mano al Movimento una donna ”per rispetto delle quote rosa”, ”di comprovata esperienza e di elevata professionalità, preferibilmente di formazione giuridico-amministrativa”, come recita il post.

”Sono contento della disponibilità dimostrata dal Movimento 5 Stelle nel valutare i contenuti del mio programma – afferma Marino in un comunicato – Durante la campagna elettorale erano già emersi punti di convergenza su molti temi e la loro apertura nei miei confronti è un’ulteriore conferma della discontinuità della nostra proposta rispetto alla vecchia politica. Aspetto con fiducia da parte loro la segnalazione di un profilo importante per la giunta in materia di legalità e sicurezza urbana”.

Nulla trapela al momento sulle potenziali candidate M5S. ”Coerentemente con i principi del Movimento” si autoescludono i consiglieri Marcello De Vito – ex candidato sindaco e primo capogruppo a rotazione -, Virginia Raggi, Enrico Stefàno e Daniele Frongia.

Che ieri con Marino avevano parlato di rifiuti, mobilità, salvaguardia del suolo e decoro urbano. L’apertura del sindaco a M5S arriva in un giorno che ha visto la rinuncia della deputata renziana Lorenza Bonaccorsi, potenziale assessore al Turismo e vicesindaco.

”Grazie a Marino e al Pd, ma resto in Parlamento”, ha detto la parlamentare democratica, che ha aggiunto: ”Penso che la politica vada presa seriamente, il che soprattutto significa portare avanti il lavoro affidato”.

E così il neo sindaco di centrosinistra, alle prese con le richieste delle correnti del Pd – oggi nuovo incontro con i democrat – e con quelle di Sel, ha allargato il quadro ai 5 Stelle. Con una mossa destinata ad alimentare il dibattito politico nazionale. In attesa del verdetto della Rete.