Scontri a Roma, il Pd: “Infiltrati, Maroni spieghi”. Alemanno: “20 mln di danni, Comune parte civile”

Pubblicato il 15 Dicembre 2010 12:38 | Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2010 13:35

Il giorno dopo la guerriglia urbana a Roma si fanno i conti dei danni. Il sindaco Gianni Alemanno parla di “20 milioni di danni” e annuncia che il Comune si costituirà parte civile. Intanto il governo riferirà alla Camera e il Pd denuncia: “Tra i manifestanti c’erano degli infiltrati“.

Il governo, abbiamo detto, riferirà alla Camera sugli scontri. La richiesta è stata avanzata dal gruppo Pd alla Conferenza dei capigruppo di Montecitorio al ministro dell’Interno e al termine della riunione il vicecapogruppo democratico Michele Ventura ha affermato che molto probabilmente il ministro potrebbe riferire già domani. Della presenza di ‘infiltrati’ tra i manifestanti e della necessità che Maroni riferisca in Aula parla la presidente dei senatori Pd, Anna Finocchiaro: “Ieri a Roma c’erano evidentemente degli infiltrati che hanno messo a rischio i manifestanti e le forze dell’ordine – dice – Chi li ha mandati? Chi li paga? Cosa devono causare? Chiediamo che il ministro dell’Interno Maroni venga in aula la prossima settimana”.

Per quanto riguarda i danni, Alemanno dice: ”I danni sono ingenti: si parla di circa 20 milioni di euro. Adesso faremo una verifica più attenta”. Il Sindaco ha ribadito che ”il Comune di Roma si costituirà parte civile contro coloro che hanno provocato questi incidenti e questi danneggiamenti. Non è accettabile – ha detto – che siano la citta’ ed i cittadini, totalmente estranei ed innocenti, a pagare le conseguenze di queste proteste”.