Roma/ Sondaggio Ipsos: gradimento di Alemanno al 60%, la giunta 45%. Il sindaco “Abbiamo consenso maggioritario”. L’opposizione: “In calo rispetto a dicembre”. Duro Storace: “La crisi dell’amministrazione Alemanno è innegabile”

Virginia Di Marco*
Pubblicato il 17 Giugno 2009 19:05 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2009 19:05

È polemica a colpi di percentuali tra il sindaco di Roma Gianni Alemanno e il segretario del Partito Democratico nel Lazio Roberto Morassut. Pietra dello scandalo, il  sondaggio curato dall’Ipsos e presentato in Campidoglio circa il gradimento tributato dai romani al primo cittadino e alla sua giunta.

Secondo le cifre diffuse dall’istituto di ricerca, il gradimento personale di Alemanno è al 60%, quello dell’amministrazione nel suo insieme è al 45%. Percentuali che il sindaco con la passione per la montagna commenta con soddisfazione, e una frecciata verso l’opposizione: «Il consenso maggioritario sull’operato del sindaco e della giunta cozza contro un atteggiamento dell’opposizione, che tende a dipingere quello che non esiste. Invito l’opposizione ad adottare un atteggiamento più realistico e costruttivo e a non dipingere un quadro demonizzante su sindaco e giunta».

Parole che trovano eco in quelle di Roberto Cantiani (Pdl), vicepresidente della commissione Sicurezza del Comune di Roma. «L’azione di governo posta in essere da questa maggioranza dà risposte concrete alle esigenze dei cittadini, ascoltando le loro istanze e risolvendo quei problemi che abbiamo ereditato dal centro-sinistra».

Diverso il parere di Morassut, del Pd: «Non capisco perché Alemanno ne sia così contento. Dai primi dati diffusi, il sondaggio testimonia un calo di gradimento della giunta dallo scorso dicembre di ben 3 punti percentuali (dal 48 al 45%): perdono popolarità anche l’erogazione generale dei servizi, il verde, la manutenzione urbana e altre voci ancora».

«Per quanto riguarda il gradimento specifico del sindaco – continua – gli voglio far notare che il 60% dopo un solo anno è un dato basso, soprattutto se paragonato all’oltre 70% che registrò Veltroni nel 2002. O il sindaco non ha letto bene i dati o, malconsigliato, ha commesso una gaffe nel diramarli».

Sarcastica la replica di Alemanno: «Manderò questo sondaggio a Morassut perché ne tenga conto».

Ma i democratici non sono gli unici ad attaccare il sindaco e la sua amministrazione. Anche il leader della Destra Francesco Storace parla di una «crisi innegabile della giunta Alemanno».

«Che la giunta Alemanno attraversi un momento complicato neppure il fan più entusiasta può negarlo. Il sindaco dovrebbe fermarsi a ragionare sulle condizioni che un anno fa lo portarono alla vittoria. Tra un anno ci sono le regionali: chi guarda al dato delle Europee e non a quello delle amministrative si illude. Già l’Udc è stata regalata alla sinistra. Che altro deve succedere?».

*(Scuola Superiore di Giornalismo Luiss)