Romano Prodi: “La Mediobanca di Enrico Cuccia ha messo l’Italia in freezer”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Dicembre 2013 16:29 | Ultimo aggiornamento: 4 Dicembre 2013 16:29
Romano Prodi

Romano Prodi

MILANO – La Mediobanca di Enrico Cuccia “ha messo l’Italia nel freezer e nel freezer il cibo si conserva bene ma non si moltiplica”. E’ il giudizio sul ruolo Piazzetta Cuccia nello sviluppo industriale italiano espresso da Romano Prodi, ex presidente dell’Iri, nel corso del suo intervento alla presentazione del libro ‘La sfida internazionale della Comit’.

“Credo cha la sparizione della grande industria italiana – ha aggiunto – debba molto a questo congelamento”.

Prodi ha affermato che la scelta di Mediobanca “aveva anche giustificazioni forti” legate anche alle caratteristiche del sistema politico. Tuttavia “la difesa di principi anche molto giusti è stata quella di rendere un paese immobile nel momento in cui si preparavano le carte per il cambiamento futuro”. “Non me la sento di dare un giudizio definitivo, è passato troppo poco tempo, un po’ come per la rivoluzione francese”, ha aggiunto con un po’ di ironia l’ex premier. “Credo che la sparizione della grande industria italiana debba molto a questo congelamento”, ha proseguito Prodi citando il caso della “privatizzazione dell’Alfa che non doveva assolutamente andare all’estero”. “E’ stato utile questo congelamento? – si è chiesto – Non mi sembra”. L’ex presidente del Consiglio ha dedicato anche una battuta alla progressiva scomparsa dei patti di sindacato: “E’ positivo, anche se con vent’anni di ritardo. Inventiamo il motore a scoppio quando c’è già l’auto elettrica”.